[MWC 2012] Hands-On: ASUS Padfone [con video demo]

In fotoTra i numerosi prodotti presentati al recentissimo Mobile World Congress 2012, uno dei prodotti che più ha suscitato sorpresa è stato sicuramente l’ASUS Padfone che, piuttosto che un semplice smartphone, è in realtà un insieme di dispositivi mobili che trasformano uno smartphone Android in un tablet ed in un netbook alimentando l’un l’altro a cascata.

Com’è possibile, chiederete voi? Ce lo spiega Fabio Capocchi, Country Product Manager Coordinator Italy & Greece, Systems Department, di ASUSTeK Italy, che abbiamo appunto incontrato nei giorni scorsi presso lo stand ASUS al MWC 2012.

In sintesi, lo smartphone è il motore principale di questa combinazione, funzionando da solo oppure inserito nella componente tablet, che è priva di capacità di elaborazione ma è in grado di ripresentare in forma ingrandita tutto ciò che può essere eseguito dallo smartphone.

Per una maggiore comodità è stata aggiunta al tutto un ulteriore elemento, ovvero una docking station dotata di tastiera QWERTY ma anche di una batteria, portando dunque a 3 gli accumulatori in grado di alimentare questa combo di device elettronici, aumentando di ben 9 volte l’autonomia del solo smartphone.

Ciliegina sulla torta è poi il sorprendente stilo, che può essere utilizzato come un tipico pennino per interagire con il componente tablet, ma anche come mini-ricevitore telefonico Bluetooth per effettuare telefonate quando lo smartphone è inserito nella combinazione di dispositivi.

Di seguito illustriamo la combinazione di dispositivi che dà vita alla forma più complessa dell’ASUS Padfone:

ASUS Padfone - MWC 2012

ASUS Padfone - MWC 2012

ASUS Padfone - MWC 2012

ASUS Padfone - MWC 2012

ASUS Padfone - MWC 2012

Per meglio comprendere il funzionamento dell’ASUS Padfone vi rimandiamo alla video panoramica che abbiamo catturato in occasione del MWC 2012:

Approfondimenti: Sito web ASUS

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: