[MWC2013] Huawei lancia Ascend P2 e Daniele De Grandis parla dei piani della compagnia

Logo del Mobile World CongressHuawei ha inaugurato la serie di conferenze del Mobile World Congress di Barcellona domenica 24 febbraio nei suggestivi locali di Casa Llotja De Mar. L’argomento della conferenza stampa è stato il nuovo smartphone di punta della casa cinese: Huawei Ascend P2.

Questo terminale, successore dell’Ascend P1, è stato definito lo smartphone più veloce al mondo grazie alla sua capacità di accedere alle reti LTE Cat4, con velocità massima di download pari a 150 Mbps e upload a 520 Kbps. Seguiteci dopo il salto per il resoconto della conferenza di domenica e per una visione del futuro dell’azienda Daniele De Grandis, Executive Director di Huawei Device.

Huawei Ascend P2 presentato al MWC 2013 
Huawei Ascend P2 è uno smartphone dalla linea elegante caratterizzato da un display da 4,7 pollici IPS HD con una concentrazione di pixel pari a 315 PPI. La luminosità è pari a 500 nits e il contrasto è di 1000:1. Lo schermo è protetto dal vetro Gorilla Glass 2 e permette l’utilizzo anche con i guanti.
 
Huawei Ascend P2 ha delle caratteristiche da top di gamma
Lo spessore del telefono è di 8,4 mm nel suo punto più sottile e rappresenta la soglia limite che permette di integrare una fotocamera posteriore da 13 Megapixel. La fotocamera è retroilluminata e permette di applicare l’HDR sia alle foto che ai video. Sul fianco dello smartphone è presente anche un tasto fisico dedicato allo scatto.

Huawei ha pensato anche a dotare il suo terminale di alcune tecnologie, come Quick Power Control e Automated Discontinuous Reception, che permettono di aumentarne l’autonomia del 30%. Oltre a ciò Huawei Ascend P2 può contare su una batteria da 2420 mAh; persino i tempi di ricarica sono stati ridotti tramite l’impiego del Quick Charging.

Completano la dotazione hardware un processore quad core da 1.5 GHz e 1 GB di RAM. Le caratteristiche elencate finora rispecchiano la visione di Huawei di un terminale di punta: veloce a gestire le informazioni, capace di catturare immagini e video di grande qualità e di mostrare i contenuti su uno schermo dall’alta risoluzione.

Huawei Ascend P2 rende semplice l'interazione con lo smartphone
Ma l’usabilità non si ferma alle caratteristiche hardware e si estende anche al software e all’interfaccia utente. Huawei ha preso spunto dalla semplicità presente in altri sistemi operativi mobili e ha trasportato questa facilità d’uso per l’utente nella sua interfaccia Emotion UI.

Avremo quindi gestione semplificata delle funzioni e dei permessi delle applicazioni, personalizzazione dell’aspetto estetico tramite l’applicazione di temi personalizzabili, cloud backup sui server di Huawei e supporto remoto, AirSharing per visualizzare i contenuti su dispositivi compatibili.

Huawei Ascend P2 sarà disponibile a livello globale nel secondo trimestre del 2013 nelle colorazioni bianca e nera al prezzo di 399,00 euro. Si tratta quindi di un prezzo molto aggressivo per le caratteristiche che offre, primo fra tutti la compatibilità con le reti dati LTE che dovrebbero cominciare a diffondersi anche in Italia nel corso di quest’anno.

Daniele De Grandis, Executive Director di Huawei Device al MWC 2013
Oltre ad assistere alla conferenza stampa di presentazione di Ascend P2 abbiamo avuto anche modo di parlare con l’Exetutive Director di Huawei Device, Daniele De Grandis. L’edizione di quest’anno del Mobile World Congress è un appuntamento importante per Huawei perché cade all’intersezione di alcuni avvenimenti significativi per l’azienda.

Huawei ha da poco compiuto i suoi primi 25 anni ed è sul mercato degli smartphone da ancora meno tempo. Il nuovo motto dell’azienda “Make it possible” riassume il credo di una società che è stata capace di passare in un breve intervallo da produttore di terminali da rimarchiare per gli operatori telefonici a brand riconosciuto in tutto il mondo con terminali disponibili per la vendita diretta all’utente oltre che attraverso gli operatori.

Di poco tempo fa è la notizia del riconoscimento di Huawei come terzo produttore mondiale di smartphone, dietro solamente a Samsung e Apple. Lo sforzo di Huawei, come ci racconta De Grandis, è stato soprattutto quello di fornire una sempre maggiore qualità costruttiva ai propri terminali.

Dopo aver iniziato con terminali di fascia bassa, Huawei sta cominciando a occupare anche le fasce media e alta del mercato come dimostrano gli ultimi terminali presentati: Huawei Ascend D2, Huawei Ascend Mate e Huawei Ascend P2.

Il primo è rivolto principalmente ai mercati asiatici mentre gli altri due dovrebbero arrivare in Europa e quindi anche da noi nel periodo tra aprile e maggio di quest’anno. Huawei Ascend Mate dovrebbe avere una fascia di prezzo da 399 a 499 euro mentre Huawei Ascend P2 come abbiamo già visto avrà un prezzo di 399 euro.

Tutti questi nuovi modelli di Huawei sono basati sulle performance e sulla velocità, con chipset di produzione propria. L’intenzione di Huawei è di produrre dispositivi dall’alto contenuto tecnologico con un prezzo del 15-20% più competitivo rispetto alla concorrenza.

Prima dell’estate Huawei ha intenzione di lanciare altri dispositivi sul mercato che non sono stati ancora presentati e quindi non sono visibili qui al Mobile World Congress. Questi tre o quattro nuovi dispositivi serviranno a rafforzare ulteriormente il marchio e a renderlo sempre più riconoscibile come sinonimo di qualità costruttiva e alto contenuto tecnologico in ogni fascia di mercato.

Approfondimenti: Huawei Italia 

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: