Visore multimediale Android Epson Moverio BT-100

Logo di EpsonDa pochi giorni si è conclusa Droidcon, una delle principali conferenze per sviluppatori Android, che per il quarto anno consecutivo ha avuto luogo a Londra. Si tratta di un palcoscenico importante sia per sviluppatori in cerca di visibilità che per le grandi aziende in cerca di programmatori per i propri prodotti.

Come vi avevamo accennato, Epson era presente alla convention in qualità di sponsor principale con i suoi Moverio BT-100, visori multimediali con lenti trasparenti capaci di gestire contenuti multimediali sia 2D che 3D e applicazioni di realtà aumentata.

Epson Moverio 
Moverio BT-100 è composto da due parti: un visore e un’unità di controllo. Il visore dal peso di 240 grammi presenta delle lenti trasparenti su cui vengono proiettate le immagini, consentendo di guardarne il contenuto in sovrapposizione a ciò che ci circonda, senza quindi perdere la consapevolezza dei dintorni.

La lente LCD simula uno schermo da 320 pollici con risoluzione qHD di 960×540 pixel posto a 20 metri di distanza mentre il suono è veicolato da un paio di cuffie Dolby Mobile che fuoriescono dalle stecche regolabili.

La memoria del visore è costituita da una scheda microSDHC da 4 GB, su cui è possibile salvare filmati MPEG 4. Moverio BT-100 è dotato di WiFi 802.11 b/g/n per collegarsi ad internet e si basa sul sistema operativo Android 2.2.

Epson_Moverio_01
Il controller dalle dimensioni ridotte di 107x67x19 mm è dotato di un trackpad nella parte superiore, di un controller a cinque vie centrale e di bottoni fisici dedicati ai comandi Android, al passaggio 2D/3D e alla gestione della luminosità. Presenti anche i controlli per il volume, il blocca tasti e il pulsante di accensione/spegnimento.

L’autonomia stimata del dispositivo è di circa 6 ore. L’interfaccia generale è molto semplificata, con le varie funzioni disponibili disposte secondo un carosello. L’ergonomia generale del dispositivo è buona, l’intelaiatura è ben imbottita, regolabile e indossabile anche sopra degli oocchiali da vista.

Epson Moverio museo
Gli scenari di utilizzo di questi occhiali sono numerosi e spaziano in vari settori. Allo stand Epson di Droidcon era possibile provare l’applicazione MOVERIO MUSEUM EXPERIENCE, sviluppata da Extraspace Group di Milano con il supporto tecnico di UNI-FI Group.

Attraverso l’applicazione è possibile visualizzare sia la pianta del museo in cui ci si trova che della documentazione multimediale relativa alle opere esposte comprendente sia informazioni testuail che filmati. L’utente in questo modo può esplorare il sito museografico in modo del tutto indipendente fruendo di una grande quantità di informazioni contestuali nella propria lingua senza disturbare gli altri visitatori grazie all’impiego delle cuffie.

Altri possibili scenari di utilizzo possono essere i cinema, dove i visori possono proiettare i sottotitoli del film, ma si possono facilente ipotizzare impieghi ludici sfruttando la realtà aumentata.

Epson ha preventivato l’impiego di Moverio BT-100 anche per l’uso privato, consentendo l’acquisto diretto del dispositivo ai singoli utenti al prezzo di circa 500 euro. Dotato di una sacca da viaggio, questi visori consentono di creare un proprio cinema virtuale grazie alle dimenzioni percepite dello schermo di 320 pollici. È possibile anche navigare su internet, anche se in maniera ridotta vista la natura del dispositivo di input.

Questo visore non ha accesso a Google Play Store ma in futuro avrà un proprio market dedicato di applicazioni. Alcune di esse potrebbero vedere la luce proprio durante l’hackathlon di due che si è tenuto alla fine di Droidcon.

Approfondimenti: Pagina prodotto ufficiale Moverio BT-100 

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: