OnePlus introduce OxygenOS, il suo sistema operativo basato su Android

Ve ne avevamo già parlato e nella giornata di ieri OnePlus, la startup cinese che ha fatto molto parlare di sé nel corso del 2014, ha finalmente iniziato a parlarci, per via ufficiale, di OxygenOS.

Il primo passo è stato quello di introdurre l’intero team di sviluppo che si coordinerà per ultimare il lavoro svolto e lanciare sul mercato OxygenOS nei primi giorni di Marzo.


Il concetto alla base di tale progetto è quello di rendere OnePlus un’azienda leader sotto tutti i punti di vista ed in grado di camminare con le proprie gambe. OxygenOS, a quanto dice l’azienda stessa, è un progetto nato con la costituzione di OnePlus e che quindi era ed è una tappa fondamentale per la crescita di tale marchio.

Il team di sviluppo è composto da diversi ragazzi ognuno dei quali proveniente da una parte diversa del mondo. Ci piace sottolineare, anche per un minimo di patriottismo, la presenza del buon Carlo Savignano lo sviluppatore italiano della Paranoid Android, una versione modificata di Android che ha ottenuto molto successo fra gli appassionati.

OxygenOS si pone come obbiettivo quello di realizzare i desideri degli utenti: un’ottima durata della batteria e delle performance degne di tale nome. Ascoltare gli utenti, realizzare ciò che essi desiderano potrebbe essere una mossa vincente.

I concetti alla base del lavoro sembrano ottimi e OnePlus sta lavorando molto bene. Ora bisognerà attendere alcune certificazioni e l’arrivo di una versione completa del sistema, si perché l’azienda preferisce dare un sistema completo e funzionante sin da subito e non delle versioni con problemi che devono scoprire gli utenti stessi.

Sicuramente non appena avremo altre novità a riguardo non mancheremo di comunicarvele anche perché è un progetto molto interessante che potrebbe muovere gli equilibri di mercato.

Approfondimenti: Blog OnePlus

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: