Recensione Sony Xperia T

Logo di Sony Xperia TA distanza di una settimana dal nostro articolo Hands-On vi proproniamo quest’oggi la recensione completa dello smartphone Sony Xperia T, che ci ha accompagnato durante tutto lo svolgimento del Mobile World Congress di Barcellona.

Si tratta di un terminale dalle caratteristiche tecniche interessanti e dal design curato, la cui pubblicità è stata legata alla sua presenza nell’ultimo film di 007, Skyfall. Presentato all’IFA di Berlino lo scorso agosto, fino all’arrivo del nuovo Xperia Z questo terminale è stato il modello di punta di Sony e le sue prestazioni non hanno deluso durante il nostro periodo di prova.

Sony Xperia T vista frontale 
Sony Xperia T misura 129,4 x 67,3 x 9,35 mm e pesa 139 grammi. Il lato anteriore è dominato dallo schermo TFT Reality display HD da 4,55 pollici con risoluzione di 1280×720 pixel e con una densità degli stessi di circa 330 PPI. Questo schermo può contare sulla tecnologia proprietaria Mobile BRAVIA® Engine ed è protetto da un vetro antigraffio dotato di lamina antirottura.

Sony Xperia T dettaglio parte inferiore
Il dettaglio della parte inferiore dello smartphone ci permette di notare la forma a tronco di piramide dello schermo, che occupa una superficie minore rispetto al resto del corpo del terminale. Nell’immagine sopra si possono notare il foro per il microfono principale, il logo Xperia e i tre comandi soft touch tipici di Android.

Sony Xperia T dettaglio parte superiore
Il dettaglio della parte superiore dello smartphone mostra il marchio Sony con sopra lo speaker frontale, la fotocamera anteriore da 1.3 Megapixel capace di effettuare riprese a 720p a 30 fps, i sensori di luminosità e prossimità oltre a un LED di notifica sulla sinistra. In alto vediamo il jack audio stereo da 3,5 mm e più a sinistra il microfono secondario per la cancellazione dei rumori ambientali.

Sony Xperia T lato sinistro
Sul lato sinistro è presente unicamente la porta microUSB che funziona anche da video out HDMI se si impiega un adattatore MHL. L’immagine sopra ci consente di apprezzare la forma particolare del vetro a protezione del display e la curvatura che caratterizza la parte posteriore dello smartphone aumentandone l’ergonomia generale.

Sony Xperia T lato destro
Il lato destro dello smartphone è quello con la maggiore concentrazione di tasti fisici. A metà del dispositivo troviamo il tasto di accensione/spegnimento, seguito dal bilanciere del volume e da un tasto dedicato alla fotocamera. Tenendo premuto questo tasto si può sbloccare in poco più di un secondo il telefono direttamente all’interno dell’applicazione della fotocamera per catturare al volo un’immagine. Questo tasto prevede la doppia corsa per mettere a fuoco e successivamente scattare. Tuttavia, a causa della leggerezza dello smartphone ho trovato più conveniente usare il tasto di scatto software sullo schermo per evitare mossi accidentali.

Sony Xperia T dettaglio SIM e microSD
Sul fianco destro vicino al tasto di accensione/spegnimento è presente lo sportellino che protegge l’alloggiamento per la microSIM e la scheda microSD fino a 32 GB. La struttura dello smartphone è di tipo unibody, di conseguenza non è poossibile sostituire la batteria agli ioni di litio da 1850 mAh. L’autonomia di Sony Xperia T si è dimostrata buona, riuscendo ad arrivare a fine giornata con un uso medio non intensivo, WiFi acceso e tutte le notifiche in push attivate. Dalle opzioni della batteria è possibile attivare la modalità standby estesa che disattiva il traffico dati quando il display è spento aumentando in questo modo la durata della batteria e lasciando inalterata la possibilità di ricevere chiamate e SMS.

Sony Xperia T dettaglio fotocamera posteriore
Sul retro dello smartphone troviamo in posizione centrale la fotocamera da 13 Megapixel con sensore CMOS Exmor Rapertura f/2.4, flash LED pulsato e autofocus. La fotocamera è capace di riprendere video stabilizzati a 1080p a 30 fps e dispone di numerose funzioni software come il riconoscimento di volti e sorrisi, geolocalizzazione tramite GPS, modalità automatiche di ripresa. La fotocamera si comporta bene nella maggior parte delle situazioni ed è messa in difficoltà solamente nelle condizioni di scarsa luminosità, quando il rumore diventa percettibile (trovate immagini di esempio notturne o di interni non ritoccate qui, qui e qui).

Sony Xperia T vista posteriore
Sul retro dello smartphone, oltre alla fotocamera e al flash LED è presente unicamente lo speaker posteriore, posto anch’esso in posizione centrale. Come sempre avviene con tutti i dispositivi che adottano questa soluzione, anche il suono proveniente dallo speaker posteriore di Sony Xperia T si affievolisce notevolmente se viene appoggiato su una qualsiasi superficie. Interessanti sul versante software della gestione dell’audio i vari settaggi xLOUD, clear audio e clear bass per migiorare automaticamente la qualità della musica senza dover settare manualmente gli equalizzatori. All’interno dell’applicazione Walkman è presente anche l’opzione per vedere i video musicali condivisi dai nostri amici su Facebook.

Sul retro del dispositivo è presente anche un adesivo che indica la posizione del chip NFC incorporato all’interno dello smartphone, molto utile per scambiare dati con altri terminali analoghi grazie alla funzione Android Beam o per accoppiare con un solo tocco Xperia T a diversi accessori dotati di NFC che la stessa Sony ha iniziato a commercializzare, come per esempio degli speaker audio esterni. Nel corso di quest’anno inoltre vedremo un notevole incremento delle possibilità di effettuare pagamenti tramite il chip NFC grazie all’interessamento di colossi come Visa e Mastercard.

Il rivestimento della parte posteriore dello smartphone è realizzato con un materiale plastico, ma offre un ottimo grip e la sensazione generale è quella di un terminale solido e leggero.

Sony Xperia T monta un processore Qualcomm Krait MSM8260-A Dual Core da 1,5 GHz, il processore grafico è un Qualcomm Adreno 225 e la RAM ammonta a 1 GB. Nell’uso quotidiano non si riscontrano rallentamenti degni di nota e tutte le operazioni vengono svolte con fluidità, compresi i giochi. La memoria interna da 16 GB è suddivisa in due parti: 2 GB per le applicazioni e 10 GB per tutto il resto dei dati.

Sony Xperia T Small Apps 
Il sistema operativo di Sony Xperia T è stato recentemente aggiornato ad Android 4.1.2 Jelly Bean migliorandone le prestazioni e fornendo l’accesso a funzionalità come le nuove notifiche interattive o Google Now. L’inferfaccia proprietaria di Sony non è molto invasiva come possono essere TouchWiz o Sense e si limita ad aggiungere delle nuove funzionalità, come per esempio le Small Apps che si possono attivare dalla schermata di gestione del multitasking. Si tratta di piccole applicazioni che funzionano in sovrimpressione, usabili in modo indipendente anche con altre applicazioni attive sullo sfondo; sono posizionabili in qualsiasi punto dello schermo e possono risultare utili in diverse occasioni. Come si vede dall’immagine sopra, di base troviamo una calcolatrice, un timer, delle note per prendere appunti e un registratore vocale ma nel Play Store se ne possono trovare molte altre per ogni esigenza.

Sony Xperia T accessori in dotazione
Le altre personalizzazioni di Sony riguardano l’integrazione con Twitter e Facebook, Timescape, e soprattutto la possibilità di rendere lo smartphone un vero e proprio server multimediale. Questa funzione si inserisce all’interno del progetto annunciato da Kazuo Hirai, CEO di Sony, di creare un ecosistema integrato tra tutti i prodotti della casa giapponese: da qui le diverse possibilità di condivisione dei contenuti come Xperia Throw, il mirroring con i televisori o l’utilizzo del chip NFC.

Sony Xperia T effetti grafici
In conclusione Sony Xperia T è uno smartphone molto valido, dalle prestazioni considerevoli e dalla spiccata tendenza multimediale accentuata dalla qualità dello schermo e dalla buona fotocamera. Lo smartphone è capace di gestire qualunque compito gli affidiate senza sforzo, con l’aggiunta di elementi utili come le Small Apss o semplicemente appaganti visivamente come l’effetto che si ottiene applicando il pinch to zoom alla galleria delle immagini, a cui la foto sopra non rende giustizia.

Pro:

Ottimo schermo a 720p
Small Apps
Possibilità di fungere da server multimediale

Contro:
Speaker audio non all’altezza dello schermo
Tasti fisici troppo ammassati su un solo lato dello smartphone 

Scheda tecnica:

  • Sistema operativo Android 4.1.2 Jelly Bean
  • Funzioni telefoniche Quad-band GSM/GPRS/EDGE (850/900/1800/1900 MHz), Quad-band UMTS/HSPA+ (850/900/1700/1900/2100 MHz, HSDPA a 42 Mbps, HSUPA a 5,76 Mbps)
  • Display capacitivo TFT Reality display HD con Mobile BRAVIA® Engine da 4.55 pollici touchscreen con risoluzione di 1280×720 pixel, vetro antigraffio
  • Processore Qualcomm Krait MSM8260-A Dual Core da 1,5 GHz
  • Controller grafico Qualcomm Adreno 225
  • Wi-Fi 802.11 a/b/g/n dual-band, Wi-Fi Direct
  • Miracast
  • Bluetooth 3.1 con A2DP
  • 16 GB di memoria interna
  • Slot microSD fino a 32 GB
  • 1 GB di RAM
  • Fotocamera posteriore da 13 megapixel con flash LED pulsato e autofocus, Sensore CMOS Exmor™ R, Apertura f/2.4, Videoregistrazione HD (1080p a 30 fps)
  • Fotocamera anteriore da 1.3 Megapixel, Videoregistrazione a 720p a 30 fps
  • Ricevitore GPS integrato
  • Accelerometro
  • Giroscopio
  • Sensore di luminosità ambientale
  • Sensore di prossimità
  • Bussola digitale (magnetometro)
  • Ricevitore radio FM con RDS
  • Supporto DLNA
  • Chip NFC
  • Connettore MicroUSB 5-pin (USB 2.0 Hi-Speed) con video out MHL (da USB a HDMI)
  • Jack audio stereo da 3,5 mm
  • Doppio microfono
  • Supporto microSIM
  • Batteria non rimovibile agli ioni di litio da 1850 mAh
  • Dimensioni 129,4 x 67,3 x 9,35 mm
  • Peso 139 grammi

Approfondimenti: pagina prodotto Sony Xperia T 

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: