Ricercatori italiani trovano un bug nelle profondità di Android, la loro soluzione al problema sarà presto distribuita a tutti

Logo di AndroidUn gruppo di ricercatori italiani composto dai professori Alessandro Armando (Fondazione Kessler di Trento), Alessio Merlo (Università telematica E-Campus), Mauro Migliardi (Universita’ di Padova) e da Luca Verderame (neo laureato in ingegneria informatica a Genova) ha scovato una vulnerabilità all’interno del sistema operativo Android.

Se sfruttata questa vulnerabilità, presente in ogni versione di Android, consentirebbe la realizzazione di malware capaci di bloccare il dispositivo infetto tramite la proliferazione incontrollata di processi che esaurirebbero del tutto la memoria del terminale rendendolo di fatto inutilizzabile e senza richiedere permessi particolari.

Vulnerabilità in Android
La vulnerabilità scoperta dai ricercatori italiani risiede ad un livello profondo del sistema operativo e riguarda un difetto nel controllo dei rapporti tra sistema operativo e applicazioni. I ricercatori hanno pubblicato le loro scoperte e si sono messi in contatto con Google e con il team di sicurezza di Android.

Gli esperti di Mountain View hanno convalidato sia le scoperte dei nostri ricercatori che la soluzione al problema che questi hanno proposto. Le modifiche al sistema operativo volte a neutralizzare questa vulnerabilità saranno incorporate nel prossimo aggiornamento di sicurezza di Android.
 
Approfondimenti: pubblicazione dei ricercatori italiani

Fonte: Ansa 

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: