Amazon Appstore debutta negli Stati Uniti

Logo dell'Amazon AppstoreDopo avervi parlato delle sue vicissitudini legali, torniamo a parlare di Amazon perchè oggi il suo Appstore per Android ha fatto il suo debutto ufficiale negli Stati Uniti. Al momento sia l’applicazione che la sua versione online subiscono delle restrizioni territoriali che ne impediscono l’uso fuori dagli U.S.A.
Noi utenti europei potremo quindi solo installare l’applicazione ufficiale inserendo il nostro numero di telefono o la nostra email nel sito ufficiale dell’Appstore ma non potremo scaricare nessuna applicazione in esso contenuta, né gratuita né a pagamento. Guardare ma non toccare, almeno per il momento.

Schermata dell'applicazione di Amazon Appstore
E’ un vero peccato non poter accedere fin dal primo giorno a questo nuovo Appstore perché Amazon ha deciso di rendere disponibile gratuitamente ogni giorno una app a pagamento e per il debutto ha scelto proprio Angry Birds Rio, gioco di cui detiene l’esclusiva per Android.

Succede così che mentre i possessori di iPhone, iPad e iPod Touch possono comprare questo gioco dall’Apple App Store, nessun utente Android che abiti fuori dagli Stati Uniti può giocarci per via dell’esclusiva concessa ad Amazon che lo esclude dal Market ufficiale Android.

Tornando a parlare dell’Appstore di Amazon, troviamo al momento all’incirca 3800 applicazioni suddivise in in una trentina di categorie. Ogni applicazione oltre alla votazione classica da 1 a 5 stelle presenta un numero tra parentesi che indica le recensioni ricevute dagli utenti come ci ha già abituato Amazon.

L’impressione generale che si ricava confrontando il Market ufficiale Android all’Appstore di Amazon è che quest’ultimo sia più curato graficamente sia nell’applicazione che nel sito, fornendo più spazio ad informazioni e immagini, il tutto in un’unica schermata dall’impaginazione coerente.

Il sito internet dell’Appstore di Amazon offre inoltre due notevoli vantaggi rispetto alla sua controparte tradizionale: estende il periodo di prova di un’applicazione a 30 minuti rispetto ai normali 15; inoltre, inserendo nel proprio profilo il terminale Android in nostro possesso, una finestra in alto a destra ci dirà subito se un’applicazione è compatibile o meno.

Le prime impressioni sulle novità apportate da Amazon sembrano dunque positive, non rimane che aspettare di poter usufruire concretamente del servizio per poter giudicare altri fattori come il sistema di pagamento e l’aggiornamento delle applicazioni scaricate.

Approfondimenti: sito ufficiale di Amazon Appstore

 

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: