Android Market: giro di vite contro gli emulatori

Logo di Android MarketIl primo a scomparire sembra sia stato PSX4DROID, un emulatore di Playstation per Android eliminato da Android Market poco dopo la commercializzazione del Sony Ericsson Xperia Play. Adesso con un’improvvisa accelerazione molti altri emulatori sono stati ritirati dal Market.
Gli emulatori scomparsi permettevano di giocare con le ROM di diverse console del passato come NES, Super Nintendo, N64, Gameboy, Atari e Game Gear. Il caso più eclatante è quanto accaduto allo sviluppatore Yong Zhang, in arte Yongzh, che si è visto anche chiudere l’account senza preavviso.

psx4droid, emulatore di Playstation per Android
La cancellazione dell’account di Yongzh ha lasciato gli utenti che avevano acquistato legittimamente le sue applicazioni senza la possibilità di ricevere aggiornamenti o di scaricarle nuovamente. Per ovviare a ciò lo sviluppatore ha caricato i suoi emulatori sul market alternativo SlideMe dove saranno gratuite per un periodo limitato di tempo per permettere a chi li aveva già acquistati di riscaricarli.

Gli emulatori di console sono sempre tra le applicazioni più difficili da gestire per quanto riguarda le normative sul diritto d’autore. Di per sé gli emulatori sono perfettamente legali, a trovarsi in una zona grigia sono le ROM dei giochi.

Secondo il principio del fair use è legittimo detenere la ROM di un gioco di cui si possieda la cartuccia o il disco originale, nella maggioranza dei casi però ciò non avviene e per tutelarsi da possibili beghe legali sembra che questa volta Google abbia deciso di agire d’anticipo eliminandoli dal Market ufficiale.

L’operazione non è ancora conclusa e si trovano ancora emulatori sul Market, non si sa per quanto ancora. Gli utenti che non intendono rinunciare al retrogaming possono sempre procurarsi queste applicazioni tramite market alternativi.

Fonte: Endgadget

 

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: