Chrome OS potrebbe sbarcare anche sui tablet

Logo di Google ChromeDiversi indizi emersi negli ultimi mesi sembrano indicare l’intenzione di Google di estendere l’utilizzo del sistema operativo Chrome OS anche ai dispositivi dotati di touchscreen. Il passo logico successivo è l‘ipotesi di un utilizzo di questo sistema operativo su dei tablet, come già rilevato dai nostri cugini di Hitech Italy.
Rimane tutta da chiarire quale tipo di coabitazione potrebbe instaurarsi fra Chrome OS e Android Honeycomb, che sta lottando per recuperare quote di mercato nel segmento dei tablet ancora saldamente in mano ad Apple con il suo iPad.

 Concept di tablet Google con Chrome OS
Gli indizi che hanno scatenato tutte queste ipotesi consistono nel nome CrOS Touch che compare nella stringa user-agent che identifica un sistema operativo quando si interfaccia con un server per ottenere la versione ottimizzata di una pagina internet e nell’inclusione di una tastiera virtuale nel codice di Chrome OS.

A ciò si somma la capacità di riconoscere l’orientamento del dispositvo e altre modifiche minori, come l’aumento dello spazio intorno agli elementi interattivi per facilitarne la pressione con le dita e il cambiamento delle icone quando si aggiunge una nuova scheda.

I tablet non sono l’unico dispositivo su cui potrebbe girare la versione di Chrome OS compatibile con schermi touch screen. Anzi, visto l’impegno posto da Google nello sviluppo di Android Honeycomb e il sempre crescente numero di tablet che stanno uscendo sul mercato con questo sistema operativo sembra improbabile un cambio di rotta così repentino.

I campi di utilizzo più probabili appaiono quindi i notebook o i sistemi desktop dotati di touch screen, o perché no anche progetti più innovativi come le frontiere inesplorate appena sfiorate da dispositivi come Surface di Microsoft.

Approfondimenti: sito ufficiale del progetto Chromium OS

 

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: