Gartner: Android domina il mercato mondiale dei dispositivi mobili

SmartphoneCome hanno già scritto i nostri colleghi di Hi-Tech Italy (ripresi poi da quelli di Windows Phone Italy), la società di analisi di mercato Gartner ha pubblicato in queste ore un report sui dati di vendita a livello globale dei dispositivi mobili relativi al primo quadrimestre del 2011.

I dati evidenziano una crescita complessiva del mercato pari al 19% rispetto allo stesso periodo del 2010, trainata in buona parte dal segmento degli smartphone, su cui si impone in maniera prepotente il sistema operativo Android, che è presente addirittura su 36.267,8 milioni di dispositivi mobili e che ha generato risultati di altissimo livello per produttori come Samsung e HTC.

Gartner - dati telefonia mobile maggio 2011

Il report assegna ad Android ben 36.267,8 milioni di dispositivi mobili venduti (pari al 36% del mercato), seguito da Symbian (27.598,5 e 27,4%), iOS (16.883,2 e 16,8%), RIM con BlackBerry OS e BlackBerry Tablet OS (13.004 e 12,9%), Microsoft con Windows Phone e Windows Mobile (3.658,7 e 3,6%) ed altri sistemi operativi (3.357,2 e 3,3%)

Secondo gli analisti, questi dati incoraggianti sono favoriti in grande misura dall’ampia disponibilità nei cataloghi e listini dei gestori mobili di dispositivi Android, tra smartphone e tablet, e naturalmente dall’ampia scelta di modelli disponibili, che coprono tutte le fasce di mercato.

Gartner - dati telefonia mobile maggio 2011

Il grande successo di Android ha favorito il raggiungimento di ottimi risultati per Samsung, che ha goduto del suo migliore inizio anno di sempre, soprattutto per il lancio di numerosi dispositivi di fascia alta, così come di HTC, che è divenuto il settimo produttore mondiale ed il secondo negli Stati Uniti, scalzando RIM.

Altri produttori come Sony Ericsson, Alcatel e ZTE, ma anche la stessa HTC, hanno beneficiato invece dell’annuncio di smartphone di fascia media, che hanno accresciuto il bacino di utenza a cui questi possono risultare appetibili, e che faranno sicuramente da traino a buoni risultati nella seconda metà del 2011.

Fonte: Gartner [via Hi-Tech Italy]

Rispondi