Honeycomb supporterà nuove opzioni per visualizzare applicazioni non adattate per i tablet Android

Logo di AndroidUna delle maggiori differenze in termini di qualità dell’esperienza d’uso quando si confrontano i tablet con sistema operativo Android all’iPad di Apple è data sicuramente dal numero di applicazioni ottimizzate per questi dispositivi, di gran lunga più numerosi sui prodotti con la mela che sulle più giovani tavolette del robottino verde.
Fino ad oggi per adattare un’appliczione per smartphone alla maggiore risoluzione e grandezza dello schermo di un tablet con Android Honeycomb l’unica possibilità era di stirarlo, ottenendo risultati alterni (Stretch to fill the screen). In una futura versione di Honeycomb si avrà l’opzione di zoomare all’interno di un’applicazione ottimizzata per smartphone per adattarla alle dimensioni del tablet (Zoom to fill the screen).

Honeycomb offrirà nuove opzioni di visualizzazione per applicazioni non ottimizzate per tablet
Tramite questa seconda opzione l’applicazione viene emulata approssimativamente alla risoluzione HVGA di 320 x 480 pixel e quindi ingrandita alle dimensioni dello schermo. Il risultato perde un po’ in definizione e si potrebbero vedere i pixel di cui sono composte le immagini con un involontario effetto retrò, ma l’usabilità non verrebbe compromessa.

Ovviamente queste due opzioni di visualizzazione servono solo per usare sui tablet quelle applicazioni che non hanno previsto nel loro codice la possibilità di essere visualizzate a risoluzione maggiore di quelle degli smartphone, mentre per tutte le altre applicazioni è lo sviluppatore stesso a determinare il modo in cui verranno visualizzate.

Fonte: Android Central

 

Rispondi