Google lancia ufficialmente l’in-app purchase per le applicazioni Android

Logo di Android MarketCome vi avevamo annunciato la settimana scorsa, Google ha ufficialmente lanciato il servizio di acquisto all’interno delle applicazioni per Android Market. Gli sviluppatori avranno quindi nuove opzioni per monetizzare i loro prodotti come il try-and-buy, la vendita di beni virtuali, gli aggiornamenti e ulteriori modalità di pagamento.
Il servizio è subito disponibile e già attivo su diverse applicazioni presenti nel Market come Tap Tap Revenge 4 di Disney Mobile; Comics di ComiXology; Gun Bros, Deer Hunter Challenge HD, e World Series of Poker: Hold’em Legend di Glu Mobile; Dungeon Defenders: FW Deluxe di Trendy Entertainment.

Leggi il seguito

Secondo IDC nel 2015 Android sarà il re degli smartphone, seguita da Microsoft

Logo di IDCLa società di analisi IDC ha pubblicato i dati del suo ultimo studio secondo cui nel 2011 il mercato mondiale degli smartphone crescerà del 49,2% raggiungendo la quota di 450 milioni di esemplari venduti. Nel corso del 2010 sono stati venduti 303,4 milioni di smartphone nel mondo.
International Data Corporation si spinge però oltre in questo studio arrivando a profetizzare che nel 2015 il sistema operativo Android consoliderà la sua leadership con il 45,4% del mercato mentre Windows Phone 7 passerà dalla quarta alla seconda posizione con il 20,9% del mercato, grazie al suo recente accordo con Nokia.

Leggi il seguito

Amazon Cloud Player per Android, la propria musica accessibile ovunque

Logo di Amazon Cloud PlayerAmazon ha presentato oggi un nuovo servizio di streaming musicale battendo sul tempo sia Google, con il famigerato progetto Google Music, che Apple, con il fantomatico servizio di streaming di iTunes. Il servizio si chiama Amazon Cloud Drive e fornisce uno spazio personale gratuito di 5 GB in cui conservare la propria musica.
Il servizio è accessibile tramite Amazon Cloud Player for the Web, compatibile con i principali browser per PC e Mac e tramite un’applicazione dedicata per Android, Amazon Cloud Player for Android, che si trova all’interno dell’applicazione Amazon MP3. Entrambi i player permettono di ascoltare musica in streaming o di scaricarla sul terminale.

Leggi il seguito

Mozilla rilascia Firefox 4 per Android (e Maemo)

Mozilla Firefox - logoDopo una lunga attesa Mozilla ha finalmente annunciato con un comunicato stampa la disponibilità di Mozilla Firefox 4 per dispositivi mobili, versione finale del celebre browser web della Fondazione Mozilla che consente agli utenti che amano Firefox di portare ovunque la stessa esperienza di navigazione sperimentata sul desktop.

Firefox 4 per Android e Maemo si caratterizza per un’interfaccia intuitiva, varie possibilità di personalizzazione e per il supporto delle più moderne tecnologie per il Web, con accesso sicuro e continuo ai dati personali come la cronologia, i segnalibri, le schede aperte, i dati moduli compilati e le password da qualunque computer e dispositivo portatile.

Leggi il seguito

Samsung Galaxy II: pubblicate in un video le gestures tramite giroscopio

Logo SamsungIl Samsung Galaxy II, presentato ufficialmente al Mobile World Congress 2011 tenutosi a Barcellona, è uno dei terminali più attesi sul mercato; una caratteristica di questo terminale sarà poter utilizzare il giroscopio integrato per effettuare operazioni come lo zoom-in o lo zoom-out di pagine web.

Lo staff del sito web Android Community ha avuto la possibilità di provare questo splendido terminale e di mostrare in un video le “gesture” sopracitate abbinate all’utilizzo dell’interfaccia proprietaria Samsung (TouchWiz 4.0).

Leggi il seguito

I futuri terminali Sony Ericsson avranno un bootloader aperto

Logo AndroidTutte le aziende, chi più chi meno, oramai si muovono verso l’open-source, ma non solamente parlando di utilizzo di software libero ma anche come limitazioni inserite dalla casa nei terminali; inizialmente è stata Motorola ad inserire nel suo tablet XOOM un firmware con bootloader sbloccabile e ribloccabile e ora sembra che anche Sony Ericsson farà la stessa scelta.

I futuri terminali della casa nipponica avranno infatti un bootloader libero che permetterà all’utente più “smanettone” di effettuare modifiche a suo piacimento; con i nuovi Sony Ericsson Xperia Play, Sony Ericsson Xperia Arc, Sony Ericsson Xperia Neo e Sony Ericsson Xperia Pro avremo quindi l’inizio di una maggiore libertà per l’utilizzatore finale.

Leggi il seguito

Google si allea con Mastercard e Citigroup per i pagamenti via cellulare

Google Nexus S logoL’interesse di Google verso la tecnologia Near Field Communication era nota, tanto da permetterne la gestione in Android Gingerbread e inserire un chip NFC nel telefono di riferimento per gli sviluppatori, il Samsung Nexus S. Vi avevamo già parlato della sperimentazione condotta da Google su questa forma di pagamento.
Adesso un articolo del Wall Street Journal rivela che anche Mastercard e Citigroup partecipano a quest’iniziativa e questo rende l’idea di quanto il progetto sia articolato. Secondo le fonti del giornale Google non riceverebbe alcuna percentuale in denaro dalle transizioni effettuate tramite NFC limitandosi a raccogliere infromazioni sulle abitudini di acquisto delle persone.

Leggi il seguito

Hands-On: Samsung Galaxy Tab (GT-P1000)

In fotoDopo aver conosciuto da vicino al recente MWC – Mobile World Congress 2011 il suo successore Samsung Galaxy Tab 10.1 e aver parlato della presentazione del “fratello minore” Samsung Galaxy Tab 8.9, dedichiamo una breve retrospettiva al primo modello di questa fortunata gamma: il Samsung Galaxy Tab (GT-P1000).

Presentato ufficialmente in Italia ormai diverso tempo fa e visto da vicino a suo tempo in un articolo realizzato dai nostri colleghi di Hi-Tech Italy, l’apripista del mercato dei tablet Android, basato su Android 2.2 “Froyo”, è stato da subito battezzato l’iPad-killer, in quanto capace di stracciare il tablet di Apple a livello di caratteristiche, funzionalità e prestazioni (tra cui il supporto Adobe Flash 10.1), riuscendo ad imporsi sul mercato malgrado il prezzo non proprio per tutte le tasche.

Leggi il seguito

Honeycomb è la prima release Android a non essere resa open source

Logo di Android HoneycombNegli ultimi giorni si sta verificando un terremoto sotterraneo nella comunità degli utenti Android. Google, apparentemente rinnegando le sue stesse fondamenta, ha annunciato che non renderà disponibile il codice sorgente di Android 3.0 Honeycomb per l’immediato futuro.
La decisione sarebbe stata presa per preservare l’esperienza d’uso di Honeycomb, progettato per funzionare esclusivamente sui tablet sfruttando le dimensioni dei loro display e la potenza delle loro CPU. I più pessimisti ritengono che Honeycomb non sarà mai reso open source e che Google rilascerà direttamente il codice sorgente di Ice Cream.

Leggi il seguito