Gli smartphone Android di Lenovo integreranno app Microsoft

Lenovo_logoLenovo è senza dubbio tra i produttori di smartphone Android che, negli ultimi anni, è riuscito a farsi conoscere da un’ampia fetta  di pubblico a livello globale, e questo anche grazie all’acquisizione del brand Motorola da parte di Google che ha portato alla commercializzazione di nuovi dispositivi del brand Moto, ampliando il catalogo di dispositivi mobile a disposizione dei consumatori.

E’ di questi giorni la conferma ufficiale di un importante accordo siglato tra Lenovo e Microsoft, che vedrà pre-installate sui dispositivi del produttore cinese alcune delle applicazioni più popolari tra quelle offerte dal colosso di Redmond.

Leggi il seguito

Google vende Motorola a Lenovo per 2,91 miliardi di dollari

Logo di MotorolaCome già annunciato dai nostri colleghi di Hi-Tech Italy, Google ha venduto Motorola a Lenovo per 2.91 miliardi di dollari. Questo accordo segue di appena 19 mesi l’acquisto di Motorola da parte di Google.

Google manterrà il possesso della maggioranza dei brevetti, che concederà in licenza a Lenovo, e della divisione Advanced Technology and Projects, il cui progetto più famoso è lo smartphone modulare Project ARA.

Leggi il seguito

Google, riconosciuto il brevetto per il sistema Face Unlock

Google logo smallTrascorsi circa un anno e mezzo dalla sua applicazione sui device Android e dal deposito del relativo certificato presso l’USTPO, Google si è finalmente visto riconoscere il brevetto per il Face Unlock, il sistema con il quale è possibile sbloccare lo schermo del proprio device grazie all’utilizzo del riconoscimento facciale.

Il colosso di Montain View già nell’ottobre del 2011 aveva lanciato il Galaxy Nexus con Android 4.0 Ice Cream Sandwich che incorporava il Face Unlock, ma nonostante ciò il riconoscimento della paternità del brevetto è tardato a giungere, ritardo dovuto anche ad una mossa di Apple che qualche tempo prima aveva presentato un’idea molto simile a quella che costituisce il fondamento teorico del Face Unlock di Google.

Leggi il seguito

Se il prossimo iPhone sarà LTE Samsung farà causa ad Apple chiedendone il bando dagli Stati Uniti

Logo di SamsungCome prevedibile Samsung non ha preso molto bene la sconfitta subita nel tribunale californiano nei confronti di Apple con la conseguente condanna a pagare più di un miliardo di dollari a quest’ultima.

A differenza di Google, che a quanto pare è in contatto con Apple per appianare le diverse questioni aperte legate ai brevetti contesi, Samsung avrebbe minacciato di far causa ad Apple se quest’ultima adotterà la tecnologia Long Term Evolution (LTE) per il prossimo iPhone.

Leggi il seguito

Larry Page di Google e Tim Cook di Apple al telefono per discutere di brevetti e controversie

Logo di AndroidSecondo quanto riportato da Reuters, Larry Page e Tim Cook, CEO rispettivamente di Google e Apple, avrebbero sostenuto delle conversazioni telefoniche riguardo diversi brevetti e proprietà intellettuali, inclusi quelli che vedono contrapposte le due compagnie in varie aule di tribunale.

I rapporti tra Apple e Google non sono più quelli di una volta, quando Eric Schmidt sedeva nel consiglio di amministrazione di Apple, e nell’ultimo periodo abbiamo visto come Apple abbia rinunciato ad utilizzare Google Maps e abbia annunciato come l’applicazione di Youtube non sarà più precaricata sui propri dispositivi.

Leggi il seguito

Dopo la vittoria in tribunale Apple indica quali smartphone Samsung vorrebbe bandire dal mercato USA

Logo di AppleIl clamore per la sentenza del tribunale californiano che ha condannato Samsung a pagare più di un miliardo di dollari ad Apple non si è ancora spento che la casa di Cupertino ha già redatto un documento in cui richiede di bandire 8 samrtphone Samsung dal mercato statunitense.

La maggior parte di questi terminali sono varianti di Galaxy S e Galaxy S II personalizzate per i vari operatori telefonici accomunati dall’aver infranto proprietà intellettuali legate all’aspetto estetico. Dopo il salto sarà possibile visualizzare una tabella che riassume i modelli incriminati e i brevetti che avrebbero infranto.

Leggi il seguito

Apple non riuscirà ad impedire il lancio americano di Samsung Galaxy S III, il giudice rinvia l’udienza

Logo di Samsung Galaxy S IIILa settimana scorsa vi avevamo raccontato del tentativo in extremis di Apple di impedire il lancio sul suolo americano di Samsung Galaxy S III inserendolo nella causa già in corso contro il Samsung Galaxy Nexus.

Pur di ottenere un risultato utile prima del lancio americano del Galaxy S III previsto per il 21 giugno, Apple si era limitata a contestare a questo smartphone solo 2 dei 4 brevetti per cui ha fatto causa contro l’ultimo Google Phone. Il giudice però ha deciso di rinviare la data dell’udienza, vanificando gli sforzi dell’azienda della mela morsicata.

Leggi il seguito

Apple vuole bandire dal mercato statunitense Samsung Galaxy S III e 29 smarpthone HTC

Logo di AppleA pochissima distanza l’uno dall’altra Apple ha chiesto alla International Trade Commission di bandire dal suolo statunitense buona parte della concorrenza Android al suo iPhone, accusandola a vario titolo di violazione delle proprietà intellettuali su alcuni suoi brevetti. Apple vuole impedire l’importazione di nuovi terminali come Samsung Galaxy S III e togliere dagli scaffali 29 smartphone HTC.

Cominciamo da questi ultimi. Di recente vi avevamo raccontato come HTC avesse superato l’indagine della ITC riguardo l’importazione di HTC One X grazie ad una modifica software. Apple invece ritiene che la violazione del suo brevetto sussista ancora e che si estenda a praticamente tutti gli smartphone Android di HTC commercializzati negli U.S.A.

Leggi il seguito

L’acquisizione di Motorola Mobility da parte di Google è ufficialmente conclusa

Logo di Motorola MobilityDopo mesi di attesa e l’approvazione di Europa, Stati Uniti e infine anche della Cina l’acquisizione di Motorola Mobility da parte di Google è finalmente conclusa. Con una spesa di 12,5 miliardi di dollari Google ha adesso a disposizione i brevetti e le conoscenze tecnologiche dell’azienda che ha creato lo StarTAC aprendo la strada ai moderni cellulari.

In seguito all’acquisizione il vecchio CEO di Motorola Mobility Sanjay Jha è stato sostituito al vertice della compagnia da Dennis Woodside di Google, il quale ha portato con sé all’interno del consiglio direttivo dirigenti che in passato hanno lavorato per DARPA, Amazon, Nokia, NVidia e VISA.

Leggi il seguito

Google riceve il consenso di Europa e Stati Uniti all’acquisizione di Motorola

Logo di GoogleCome già annunciato stamattina dai nostri colleghi di Hi-Tech Italy Google ha ricevuto il consendo da parte dell’Unione Europea all’acquisizione di Motorola, annunciata lo scorso agosto. A poche ore da questo annuncio anche il Dipartimento di Giustizia degli Stati Uniti ha dato il suo consenso.

Le indagini della Commissione Europea si sono concentrate sulla possibilità che questa acquisizione potesse determinare una posizione dominante di Google nei confronti degli altri produttori di terminali hardware impedendo loro l’accesso al sistema operativo Android ed hanno trovato questa possibilità altamente improbabile, visto che l’obiettivo di Google è proprio quello di diffondere Android sul maggior numero di terminali possibile.

Leggi il seguito