Home Blog

Amici, Sangiovanni e Giulia mandano in tilt il web: Ecco le foto insieme

0
Amici: Sangiovanni e Giulia mandano in tilt per le foto insieme-Cosa succede
Amici: Sangiovanni e Giulia mandano in tilt per le foto insieme-Cosa succede

Vediamo insieme perchè le fotografie che mostrano insieme Sangiovanni e Giulia stanno mandando in tilt il web, e a cosa si riferiscono.

Amici: Sangiovanni e Giulia mandano in tilt per le foto insieme-Cosa succede
Giulia e Sangiovanni hanno resistito come coppia anche dopo la fine di Amici

Tutti e due sono super seguiti da quando hanno iniziato la loro esperienza con il programma condotto da Maria De Filippi, ovvero Amici.

Ma capiamo bene come mai sono stati fotografati insieme e cosa si nasconde sotto che sta facendo impazzire il web.

Sangiovanni e Giulia fotografati insieme

Loro due sono ancora più uniti di prima e sembrano l’unica coppia sopravvissuta dopo la fine di Amici.

Sembrava si fosse formata una coppia tra Enula e Alessandro, ma in realtà poi non c’è stato mai nulla, mentre tra Martina ed Aka7even è terminata poco prima della fine del programma.

Rimanevano anche Rosy e Deddy, ma la ballerina ha confermato che tra loro la relazione è terminata.

Quindi l’unica coppia sono effettiva rimasti loro due, e con le immagini di ieri hanno mandato il tilt il web, perché sono stati ripresi insieme a Fregene.

Sembra che le fotografie siano per un servizio fotografico che stanno facendo per Il Giornale o Vanity Fear oppure Chi, ancora per il momento non si ha la certezza.

Ma c’è anche un’altra voce, ovvero che insieme possano aver girato il video per la canzone Malibù.

Solamente una cosa è certa, nei vari scatti rubati, possiamo vedere i due che si scambiano un dolce bacio, dopo essersi rincorsi sulla spiaggia.

Amici: Sangiovanni e Giulia mandano in tilt per le foto insieme-Cosa succede
Ecco alcuni degli scatti rubati a Fregene di Giulia e Sangiovanni

Ma chi ha fatto le fotografie, a anche dichiarato che è riuscita a fare solamente quelle perché poi è stata ripresa per non farne altre.

Ovviamente non ci resta che attendere i prossimi giorni e sicuramente sapremo cosa sta succedendo, se si tratta del video della nuovissima canzone di Sangiovanni, oppure se è una bella intervista con tanto di servizio fotografico.

E voi cosa ne pensate? L’ipotesi più gettonata dal web è che stanno girando il video musicale

 

Pericolo Smartphone: La Ricarica Notturna è un errore se fatta cosi

0

Come fa a funzionare uno smartphone? Da cosa è composta la batteria? Celle agli ioni di litio innescano una reazione chimica.

Tutti abbiamo uno smartphone e purtroppo molti di noi ne sono dipendenti. Vi siete però mai chiesti come fa ad essere acceso anche se non è collegato a nessuna presa di corrente? Ovviamente il suo funzionamento è determinato da una batteria che alimenta i microcircuiti interni molto delicati. Il dispositivo mobile è formato da celle agli ioni di litio che vanno ad innescare una reazione chimica. Questa libera elettroni causando di conseguenza il passaggio di energia.

Gli elementi di cui è composto il nostro smartphone vengono influenzati dal calore esterno, quindi è ovvio che una temperatura eccessiva può portare a situazioni non raccomandabili. Attenzione poi anche a come si ricarica il cellulare. Molti di noi lo lasciano andare tutta la notte mettendo a rischio l’incolumità non solo del dispositivo ma di noi stessi più in generale. Ecco cosa accade nel dettaglio per evitare poi spiacevoli sorprese.

Batteria smartphone: grave errore la ricarica notturna

Solo in via teorica non cambia nulla nel ricaricare la batteria dello smartphone di notte o di giorno. Certo è che c’è una bella differenza nella nostra soglia di attenzione nei confronti di quanto accade. Quando dormiamo un eventuale malfunzionamento non può essere gestito tranquillamente. Una batteria difettosa potrebbe anche esplodere andando a generare un incendio. Una sola scintilla potrebbe di fatto creare dei problemi di non poco conto. Proprio per questo la prudenza non sembra essere mai troppa anche nei confronti di una banale ricarica della batteria del nostro smartphone.

Diverse compagnie costruttrici di smartphone hanno già studiato il cut off dell’energia quando si raggiunge il 100% della ricarica. Questo però non garantisce il controllo dell’azione degli elementi esterni. Termosifoni, coperte termiche possono creare dei rischi enormi entrando in contatto col dispositivo. Proprio per questo il consiglio è quello di controllare quanto accade andando a seguire la ricarica durante il giorno. Inoltre si possono sfruttare opzioni di spegnimento e riaccensione automatica che si trovano nelle impostazioni del dispositivo. questo accade per molti marchi noti come per esempio l’emergente Xiaomi.

WhatsApp, Telegram e Signal, le chat più diffuse: la nostra privacy è in pericolo?

0

WhatsApp, Telegram e Signal, le chat più diffuse: ma sono davvero sicure? Tutte presentano dei punti deboli da analizzare

WhatsApp, Telegram e Signal, le chat più diffuse: ma sono davvero sicure? (Foto: Getty)

Non possiamo più fare a meno di utilizzare delle chat di messagistica istantanea. Nella quotidianità siamo legati agli altri tramite l’utilizzo del nostro smartphone e delle relative applicazioni per poter comunicare. Il fatto che siano gratuite ha esponenzialmente aumentato la loro diffusione, coinvolgendo praticamente tutti. Da WhatsApp a Telegram, passando per il più recente Signal. La lotta tra i vari marchi è spesso giocata sull’aspetto della sicurezza. Con il terrore di poter incorrere in fenomeno quali il “phishing” o la violazione dei propri dati personali, gli utenti sono alla ricerca di continui sviluppi sulla privacy e sulla crittografia. Il problema è che spesso vengono spacciati per sicuri anche quelle social e app che non lo sono affatto.

LEGGI ANCHE >>> Telegram, attenzione per i nuovi utenti: tutte le novità da sapere

Telegram ha costruito la sua fortuna rispetto a WhatsApp proprio su questo, sull’essere invalicabile e con maggiore tutela per gli users. Utilizza la crittografia end-to-end, ovvero una crittografia asimmetrica, a doppia chiave, pubblica e privata. Si è scoperto però che anche questa modalità può essere scavalcata da hacker esperti. In più c’è il problema della privacy, spesso poco chiara nelle autorizzazioni e nella cancellazione dei messaggi privati.

LEGGI ANCHE >>> Whatsapp, sgambetto da Telegram: una nuova funzione porta via gli utenti

WhatsApp, Telegram e Signal, le chat più diffuse: i diversi punti deboli

WhatsApp, Telegram e Signal, le chat più diffuse: ma sono davvero sicure? (Foto: Getty)

Non è tutto oro quel che luccica anche se ci riferiamo a Signal. L’ultimo arrivato in tema di chat di messaggistica, è un’applicazione software gratuita e open source per Android e iOS. Nello specifico è l’unica che usa il protocollo Extended Triple Diffie-Hellman (X3DH), mixato con l’algoritmo Double Ratchet e le pre-chiavi crittografiche. Non utilizza un proprio data center ma salva tutto su Cloud e anche questo può rappresentare un problema, per la violabilità del sistema.

WhatsApp, infine, è certamente quello più controverso dal punto di vista della security di sistema. I diversi messaggi truffa scovati dagli utenti si sono moltiplicati nel corso dei mesi. Link pericolosi da cliccare o violazione dei propri dati personali hanno portato molti utenti addirittura a disinstallare l’applicazione. Possiamo quindi dire che la certezza assoluta  quando si tratta di messaggistica e social non la potremo mai avere. Bisogna solo cercare di limitare i danni e fare massima attenzione. 

WhatsApp in caduta libera: le app che stanno primeggiando in classifica

0

Ecco le classifiche che evidenziano il grande calo che sta vivendo la più famosa app del mondo.
Si tratta, senza ombra di dubbio, dell’app di messaggistica istantanea più famosa in circolazione, ma nelle ultime settimane si sta assistendo ad un progressivo calo di appeal da parte di whatsapp. Un’involuzione importante attestata anche dalla classifica di ‘SensorTower’, che fa riferimento ai download delle varie applicazioni a livello mondiale. E, nel mese di gennaio, proprio whatsapp ha perso diverse posizioni in questa speciale graduatoria. Proviamo a capire il perché di questo calo e i motivi che hanno spinto gli utenti verso altri lidi.

In primis, c’è la questione relativa alla privacy. Da questo punto di vista, infatti, la gente continua a preferire due piattaforme come Telegram e Signal, che stanno riscuotendo un successo esorbitante nelle ultime settimane. La prima ha introdotto nuove interessanti funzionalità proprio per chi arriva da whatsapp ed è addirittura l’app più scaricata al mondo nel mese di gennaio con la bellezza di 63 milioni di download. A conferma di quanto detto fin qui, vi mostriamo tre classifiche da leggere con particolare attenzione.

Top 10 delle app più scaricate a gennaio 2021:

Telegram
TikTok
Signal
Facebook
WhatsApp
Instagram
Zoom
Mx TakaTak
Snapchat
Messenger

Top 10 delle app più scaricate dall’App Store per iOS:

TikTok
YouTube
Zoom
Telegram
Facebook
Instagram
WhatsApp
Messenger
WeChat
Signal

Top 10 delle app più scaricate su Google Play Store:

Telegram
Signal
TikTok
Mx TakaTak
Facebook
WhatsApp
Instagram
Moj
Snapchat
Zoom

Gli Smartphone del futuro? le previsioni sono incredibili, ecco gli scenari

0

Gli smartphone sono sempre più al centro del progresso e dell’evoluzione: come saranno nei prossimi anni? Ne avremo ancora bisogno?


La tecnologia ed il progresso avanzano senza sosta, in ogni campo, ed anche quello degli smartphone è in continua evoluzione. Ricordate i primi cellulari, grandi e pesanti quanto un mattone? Oppure il Nokia 3310, il cellulare rivoluzionario, il primo senza antenna esterna, fino ai primi modelli a colori?

Sembra passato un secolo e, in effetti, nel campo della tecnologia anche pochi anni possono equivalere ad ere geologiche. Anno dopo anno i grandi marchi di telefonia cercano sempre di realizzare cellulari più evoluti, all’avanguardia, in grado di realizzare un’infinità di situazioni fino a rendere accessorio il semplice telefonare.

Al giorno d’oggi, ogni nuova tecnologia sembra essere buona per circa un paio d’anni. Esempio eclatante è il display con notch a goccia, introdotto dalle case asiatiche, snobbato da Apple, e già finito nel dimenticatoio. La nuova frontiera sono i display curvi ed i telefoni pieghevoli, a tutto schermo, che stanno prendendo sempre più piede.

Gli Smartphone in futuro: saranno obsoleti?

E dal punto di vista della connettività? Molti cellulari offrono già il 5G ma già le aziende stanno lavorando sul 6G per velocizzare soprattutto la trasmissione dati più che la velocità. La vera rivoluzione, però, è attesa per il prossimo decennio.

L’obiettivo è quello di rendere il tutto quasi fantascientifico, con il cellulare a quel punto obsoleto. L’interconnessione tra tecnologia ed ambiente renderà superflui gli smartphone. D’altronde già oggi le aziende lavorano su dispositivi come l’orologio, capaci già di interagire con il cellulare e permettere invio di messaggi o effettuare telefonate.

Avvicinarsi a punti di informazione interconnessi e ricevere ogni tipo di servizio; questa è la visione prospettica del futuro, con la realtà virtuale considerata la vera svolta per il prossimo decennio. E non sono esclusi dispositivi come occhiali o device che abbiano display incorporati, per una realtà aumentata che è la svolta del “domani”.

Whatsapp, conosci questo trucco? Ti semplificherà la vita, tutto velocissimo

0

Esiste un trucco per Whatsapp in grado di semplificarti la vita: forse non lo hai mai visto, eppure è utilissimo. 

Sappiamo bene che l’app di messaggistica più utilizzata al mondo, ovvero Whatsapp, nasconde tantissimi trucchi e ‘piccoli segreti’ che possono facilitarci la vita e farci svolgere alcune azioni che velocizzano ogni passaggio. Ma non solo: ci sono anche dei metodi curiosi per conoscere dei ‘retroscena’ sugli accessi degli altri, sulle chat e quant’altro. E’ bene, così, sapere un po’ tutto su questa validissima app che ci consente di essere sempre in contatto con amici e conoscenti. Senza dimenticare i colleghi di lavoro con cui ci si coordina continuamente, oppure i gruppi della scuola dei figli e potremmo continuare. Insomma, Whatsapp è utilissimo e se si scoprono tutte le funzionalità, anche poco per volta, si può usufruire di un servizio davvero fantastico. Ma vediamo da vicino quali sono queste funzioni.

Whatsapp, trucchi e piccoli segreti dell’app che ti semplificano la vita

Ecco, dunque, alcuni trucchi di Whatsapp utili a semplificarti la vita nell’utilizzo del tuo smartphone:

  • Ad esempio, sapevate che quando vibra il telefono per l’arrivo di un nuovo messaggio su Whatsapp potete accedervi e leggerlo senza dover fare per forza tutta la procedura che prevede l’apertura dell’app e la ricerca del contatto che vi ha messaggiato? Beh, è proprio così. Ogni volta che appare la notifica di whatsapp sul vostro schermo potete scorrere col pollice (o qualsiasi altro dito) trascinando sulla destra il contenuto che si aprirà direttamente.
  • Inoltre, potete gestire i vostri messaggi segnandoli come letti o come non letti. Ad esempio, avete notato che vi è arrivata una notifica, aprite il messaggio ma vi rendete conto che non potete leggerlo al  momento perché non siete abbastanza concentrati: ecco, segnatelo come non letto e dopo vi ricorderete sicuramente di farlo.
  • Con un messaggio Whatsapp si può di certo attirare l’attenzione del destinatario. Come? Con dei passaggi molto semplici. Infatti, puoi utilizzare asterisco (*) underscore (_) tilde (~) all’inizio e alla fine del testo e potrai evidenziaresottolineare ed anche sbarrare tutte le frasi che vuoi.
  • Se poi hai un telefono Android, questo addirittura ti permetterà di creare un collegamento sullo sfondo, la home page iniziale, per farti ‘sbarcare’ direttamente sulla chat desiderata
  • Infine, se hai una chat veramente importante che devi tenere sempre sotto osservazione, puoi ‘marcarla’ molto semplicemente. Ti basterà (con android) tenendo premuto sulla casella e poi fare tap sulla puntina. Con Ios invece scorri verso destra e premi su ‘fissa’. Tutto molto semplice, no?

Ciao mondo!

1

Benvenuto in WordPress. Questo è il tuo primo articolo. Modificalo o cancellalo e quindi inizia a scrivere!