Spettacolo di Novembre: ecco quando vedere al meglio Giove e Venere nel nostro cielo

0
319

Un mese spettacolare dal punto di vista astronomico ci attende grazie al posizionamento favorevole dei pianeti

Giove sarà protagonista assieme ad altri pianeti del sistema solare delle serate novembrine – Androiditaly.com

Stare con il naso all’insù non sarà mai così affascinante. Il mese di Novembre infatti sarà caratterizzato dalla possibilità di svolgere osservazioni planetarie davvero avvincenti. E questo perché le orbite dei pianeti del nostro sistema solare sono disposte in maniera decisamente particolare

LEGGI ANCHE: Giove non ha più segreti, finalmente spiegato il mistero della “macchia rossa”

Ma vediamo, agenda alla mano, come vivere al meglio questi felici incontri, in orario comodo. Infatti il momento più indicato per stare a guardare gli eventi celesti, questa volta, sarà proprio l’ora dell’aperitivo.

Il cielo notturno novembrino e gli appuntamenti da non lasciarci sfuggire

Venere, Giove e Saturno saranno la gradita cornice delle serate autunnali assieme alla Luna e agli sciamo delle Leonidi- Androiditaly.com

Partiamo quindi da Venere. Il piccolo pianeta raggiunge in questo momento dell’anno le condizioni di visibilità migliori. Per poterlo osservare facilmente dovremo rivolgere lo sguardo al cielo a partire dalle prime ore dopo il tramonto.

Per quanto riguarda invece i più remoti Giove e Saturno, nonostante il 1 novembre abbiano già avuto una gradevole liaison con la Luna in primo quarto, in un congiunzione in Capricorno non smetteranno di stupire. Sarà invece l’incontro con il nostro satellite e Venere a regalare nuovi scenari. E’ previsto infatti per l’8 novembre il loro incontro, quando il corpo celeste apparirà illuminato solo come una falce.

Tuttavia gli scenari non finiscono qui. Ad attenderci ci sarà anche il passaggio delle Leonidi, previsto tra il 17 e il 19. Lo sciame di meteoriti, che ha un periodo di rivoluzione annuale, si vedrà molto appiattito a causa della concomitanza con una fase lunare molto luminosa che lo renderà poco apprezzabile dalla Terra.

LEGGI ANCHE: Giove ha una macchia rossa che sta crescendo sempre più: che cos’è?

Ed infine, ultimo ma non meno importante, sarà festeggiato l’anniversario della celebre osservazione da parte della sonda Rosetta, dell’Agenzia Spaziale Europea, della 67/P Churyumov-Gerasimenko. E’ stato esattamente il 12 novembre del 2014 il momento clou dell’attività scandito dall’atterraggio della sonda Philae sulla cometa.

Per l’occasione l’Istituto Nazionale di Astrofisica (INAF) organizzerà l’8 novembre un Aperitivo con cometa. L’evento speciale, che sarà trasmesso in diretta streaming, si anticipa come imperdibile. Saranno infatti trasmesse le immagini catturate dai potenti telescopi di tutto il mondo, e sarà possibile ascoltare gli interventi dei numerosi ospiti collegati.