Gli Smartphone del futuro? le previsioni sono incredibili, ecco gli scenari

0
123

Gli smartphone sono sempre più al centro del progresso e dell’evoluzione: come saranno nei prossimi anni? Ne avremo ancora bisogno?


La tecnologia ed il progresso avanzano senza sosta, in ogni campo, ed anche quello degli smartphone è in continua evoluzione. Ricordate i primi cellulari, grandi e pesanti quanto un mattone? Oppure il Nokia 3310, il cellulare rivoluzionario, il primo senza antenna esterna, fino ai primi modelli a colori?

Sembra passato un secolo e, in effetti, nel campo della tecnologia anche pochi anni possono equivalere ad ere geologiche. Anno dopo anno i grandi marchi di telefonia cercano sempre di realizzare cellulari più evoluti, all’avanguardia, in grado di realizzare un’infinità di situazioni fino a rendere accessorio il semplice telefonare.

Al giorno d’oggi, ogni nuova tecnologia sembra essere buona per circa un paio d’anni. Esempio eclatante è il display con notch a goccia, introdotto dalle case asiatiche, snobbato da Apple, e già finito nel dimenticatoio. La nuova frontiera sono i display curvi ed i telefoni pieghevoli, a tutto schermo, che stanno prendendo sempre più piede.

Gli Smartphone in futuro: saranno obsoleti?

E dal punto di vista della connettività? Molti cellulari offrono già il 5G ma già le aziende stanno lavorando sul 6G per velocizzare soprattutto la trasmissione dati più che la velocità. La vera rivoluzione, però, è attesa per il prossimo decennio.

L’obiettivo è quello di rendere il tutto quasi fantascientifico, con il cellulare a quel punto obsoleto. L’interconnessione tra tecnologia ed ambiente renderà superflui gli smartphone. D’altronde già oggi le aziende lavorano su dispositivi come l’orologio, capaci già di interagire con il cellulare e permettere invio di messaggi o effettuare telefonate.

Avvicinarsi a punti di informazione interconnessi e ricevere ogni tipo di servizio; questa è la visione prospettica del futuro, con la realtà virtuale considerata la vera svolta per il prossimo decennio. E non sono esclusi dispositivi come occhiali o device che abbiano display incorporati, per una realtà aumentata che è la svolta del “domani”.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here