i ricondizionati sono un affare o un grosso rischio? ecco quali, dove e quando conviene realmente acquistare

0
28
Il ricondizionato può salvare il pianeta - AndroidItaly.com

Perchè bisognerebbe comprare i ricondizionati, piuttosto che un modello nuovo di zecca? ve lo spieghiamo noi.

Il ricondizionato può salvare il pianeta – AndroidItaly.com

Ma lo sapevate, che se comprate ricondizionato, aiutate l’ambiente? Sì, ed è un dato scientificamente provato. Non ci credete? Ma andiamo con ordine. Cosa s’intende per ricondizionato? Un prodotto ricondizionato è solitamente un dispositivo elettronico -che può essere uno smartphone, un laptop, una fotocamera, un tablet – usato in precedenza ma in condizioni molto buone e in certi casi pari al nuovo, dopo una prima analisi da esperti. Si tratta infatti di prodotti venduti a prezzi scontati rispetto al prezzo iniziale, un po’ come avviene con le auto di seconda mano o quelle a km 0, e va da sé che migliore sarà il loro stato di conservazione, maggiore sarà il prezzo, nonostante rientri nella categoria d’usato.

LEGGI ANCHE: Un nuovo software usato dall’Agenzia delle Entrate verrà a conoscenza di tutti i nostri dati

Perchè preferire un ricondizionato?

La domanda a questo punto sorge spontanea: perché acquistare uno smartphone o un computer ricondizionato? Ci sono diverse teorie al riguardo.

  • Per il consumatore medio, quello che non va a spendere 1000 euro per un telefono, è questione di risparmio sul prezzo di acquisto. Insomma, uno smartphone che quanto a funzionamento è pari al nuovo, ma pecca per qualche imperfezione “estetica”.
  • In secondo luogo, e più importante, è: comprare ricondizionato significa aiutare l’ambiente. Basti pensare che i prodotti elettronici, se non smaltiti in modo corretto e buttati al di fuori delle isole ecologiche, sono tra gli oggetti che hanno un maggior impianto ambientale. Rimetterli in vendita, significa salvare il Pianeta.
  • Infine, acquistare prodotti di seconda mano aiuta ad evitare gli sprechi e prolungare l’utilizzo di un dispositivo elettronico.

LEGGI ANCHE:Un nuovo software usato dall’Agenzia delle Entrate verrà a conoscenza di tutti i nostri dati

L’impatto ambientale

Sono molto interessanti i dati che emergono dalla ricerca “Second Hand Effect 2020 realizzata dall’Istituto svedese di ricerca ambientale, condotta per conto di Subito.it. In particolare, si parla della compravendita di 3 milioni di prodotti di elettronica, lo scorso anno, ha permesso un risparmio ambientale di circa 193.775 tonnellate di CO2. Si tratta della quantità di emissioni pari a quelle generate da 2,7 milioni di voli Milano-Roma (andata e ritorno) o per la produzione e lo smaltimento di 3,4 milioni di iPhone 11 o di 717.685 computer portatili. (Fonte: TODAY.IT)

Quindi, se potete, invece di buttarvi sull’ultimo modello, cercate un buon ricondizionato. Potreste fare la differenza.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here