Smart working in viaggio ora è possibile, grazie al camper ideato da Peugeot

0
202

Lo smart working, d’ora in avanti, potrà essere tranquillamente eseguito anche in auto. È ovvio che ci vorrà un tipo di mezzo di trasporto differente dai soliti che conosciamo, il quale è in grado di sorprende anche chi non se ne intende minimamente; di che cosa stiamo parlando?

Smart working in viaggio ora è possibile, grazie al camper ideato da Peugeot
Una automobile come la seguente crediamo che possa piacere a tutti – Androiditaly.com

Come tutti noi sappiamo ormai, lo smart working è una pratica di lavoro diventata oramai comune e che fa parte della vita di tutti i giorni, motivo per cui non dobbiamo stupirci se la maggior pare dei nostri amici tende a lavorare da remoto e non nella sede della società per esempio. Insomma, capite bene che svolgere il proprio impiego con sicurezza sia molto importante al giorno d’oggi.

Ed è per questo che Jmca, un atelier transalpino, ha voluto rimodellare un ufficio mobile installandolo direttamente in un Peugeot Boxer, ossia un camper. Si tratta di un vero e proprio ufficio mobile nel quale è presente uno spazio di lavoro mobile per due persone, alle quali permette di lavorare in completa autonomia ovunque si trovino. Quindi, da un semplice, furgone è diventato un minivan attrezzato di tutto: ampio, confortevole e rilassante sotto ogni punto di vista.

Le caratteristiche dei camper e i componenti

Smart working in viaggio ora è possibile, grazie al camper ideato da Peugeot
Il camper pare che sia molto utile dal punto di vista dello smart working – Androiditaly.com

Per trasformarlo hanno dovuto eseguire una scansione 3D all’intera cabina usando un apposito laser così da ottenere le dimensioni precise del Boxer. In seguito, quando gli interni sono stati modificati, installando un sistema a scomparsa, composto da dei pannelli in legno di 15 cm di spessore, hanno modificato la configurazione dello spazio abitativo di circa 6mq con il minimo sforzo.

In tal modo sono riusciti a mettere a disposizione un angolo di lavoro, un ripostiglio smart, una sala da pranzo e una zona notte. È possibile, inoltre, utilizzare il tavolo in legno sia per mangiare che per lavorare. Una volta richiuso, fra l’altro, potremo aprire il letto nascosto dietro a una parete pieghevole, in aggiunta vi sono anche lo spogliatoio e il ripostiglio. L’atelier Jmca, per concludere, è dotato di due pannelli solari da 330 watt sul tetto del veicolo e di due serbatoi d’acqua da 80 litri per l’acqua dolce e le acque reflue, rendendolo un mezzo di trasporto di lunga durata e munito di qualunque elemento indispensabile per gli amanti dei viaggi.