Problemi con i viaggi? Con queste app, chiedere il rimborso dei voli sarà semplicissimo

0
30

Dopo due anni di pandemia c’è chi non vede l’ora di fiondarsi in aeroporto ma purtroppo gli effetti si fanno sentire sulle compagnie aeree. In caso di volo cancellato, occorre essere preparati per chiedere il rimborso: ecco le app migliori.

aereo che parte
Se si rimane a terra, non tutto è perduto. Basta chiedere il rimborso con il giusto iter. – Androiditaly.com

In tutta Europa le compagnie aeree si sono ritrovate a dover fare i conti con i tagli non solo per il personale di bordo ma anche per gli impiegati a terra, negli aeroporti. Questo vuol dire parecchi voli cancellati e clienti che non possono partire per le vacanze, tanto attese dopo una lunga pandemia.

L’Italia fortunatamente ha stanziato dei discreti fondi per sostenere le compagnie e anche per fornire eventuali risarcimenti per le partenza non pervenute causa Covid. In campo è sceso l’Enac in persona per tutelare i viaggiatori, garantendo un rimborso variabile fra i 250 e i 600 euro per i voli cancellati.

L’importante è sapere però come procedere per chiedere tale risarcimento. Per fortuna vengono in aiuto alcune applicazioni per avviare la procedura. Per non spaventare gli italiani con le valigie già pronte comunque meglio ribadire che fra gli aeroporti più in crisi a livello europeo non è compreso nessuno di quelli presenti sul territorio nazionale.

Le applicazioni da usare

gate deserto
Niente paura se il volo non parte, basta chiedere il risarcimento. – Androiditaly.com

L’applicazione più conveniente per chiedere il rimborso di un volo è Rimborsovoli.it. A gestirla si trova un gruppo di avvocati italiani e offre sostegno per vari imprevisti in aeroporto. Il vantaggio non richiede commissioni dirette ma ottiene ricavi dalle spese legali versate alla compagnia. Non comporta costi per il cliente neanche Salvaviaggio.com, sempre in mano a professionisti che operano nella sede di Roma.

Per chi invece preferisse l’idea di affidarsi a un’applicazione internazionale per maggiori garanzie una soluzione potrebbe offrirla Airhelp.com. L’aspetto un po’ critico è che questo gruppo richiede una quota del rimborso pari al 25%, tuttavia offre supporto anche in caso l’annullamento sia legato allo sciopero della compagnia aerea. Airhelp.com opera in ben 35 paesi e mette anche a disposizione un servizio annuale sotto forma di abbonamento. Il prezzo di questo servizio varia tra i 19,99 e i 49,99 euro.

Senza costi per il cliente e molto rapido come procedura è il sito Flycare.eu, dedicato soprattutto ai rimborsi per i voli delle compagnie Ryanair, Vueling e AirItaly. Il sito offre anche la possibilità di scegliere la valuta con cui ottenere il risarcimento.

 

🔴 FONTI: www.repubblica.it

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here