Con questo progetto, non serviranno più donatori di organi: gli embrioni umani saranno “coltivati” ad Israele

0
64

In Israele una società di biotecnologie intende rendere Matrix realtà con il fine di produrre organi pronti per i trapianti senza necessità di donatori. Tutto parte dalla creazione di embrioni umani sintetici partendo da una coltura di cellule staminali. 

embrione 3D
L’obiettivo è creare un embrione umano senza ricorrere a ovuli e spermatozoi. – Androiditaly.com

Creare una “coltura” di esseri umani sembra una linea di ricerca pronta a scatenare una pioggia di critiche anche pesanti. Tuttavia nonostante il succo del progetto portato avanti da Renewal Bio sia questo, il tutto si svolgerebbe senza usare né ovuli né spermatozoi. La base di partenza sarebbero le sole cellule staminali e il risultato sarebbero embrioni sintetici umani. Ovvero macchine biologiche pronte ed efficienti per produrre organi.

Riuscire ad andare oltre il limite della ricerca dei donatori per i trapianti è un sogno che la ricerca medica porta avanti da tempo. Del resto si sta provando a stampare un cuore umano con un bioink di staminali.

Usando questi embrioni sintetici però si potrebbe ottenere una varietà maggiore di tessuti. Così come prelevare le cellule emopoietiche per aiutare i pazienti immunocompromessi. Per non parlare della possibilità di trattare le malattie rare a base ereditaria. Questi e altri traguardi sono gli argomenti che Jacob Hanna, lo scienziato a capo del progetto, ha esposto durante un’intervista al MIT.

L’esperimento è già un successo con i topi

topo da laboratorio
Gli embrioni di topo si sviluppano, ma non possono diventare adulti. – Androiditaly.com

Per ora gli esperimenti in questo settore hanno coinvolto solamente i topi da laboratorio. Uno studio condotto sempre da Jacon Hanna nel dipartimento di genetica del Weizmann Institute of Science ha avuto successo. Il risultato sono stati dei perfetti embrioni senza il coinvolgimento di gameti sessuali né della fecondazione in vitro.

Il dottor Hanna sostiene che la sua ricerca non fa altro che sfruttare la “migliore biostampante 3D” vale a dire la natura stessa. Tuttavia c’è già chi osteggia il progetto sostenendo che in realtà gli embrioni prodotti potrebbero svilupparsi fino a diventare individui non diversi dagli altri.

Jacon Hanna sostiene che questa possibilità è da escludere, tuttavia i suoi embrioni di topo stavano sviluppando gli organi senza alcuna differenza rispetto allo sviluppo normale. Nel dettaglio pare che fossero cresciuti il cuore, parte del tubo digerente e persino un abbozzo dell’encefalo.

Forse c’è chi già pensa alle colture di umani che si vedono nel film Matrix, ma le potenzialità dello studio sono indubbie.

 

🔴 FONTI: www.cell.com

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here