Samsung pensa già alla doppia cerniera, con il nuovo Flex G? Per il momento, registra il marchio, mettendo il web sulle spine

0
105

Ognuno col suo viaggio, ognuno diverso. Apple battendo una strada ben definita, andando dritto verso la Dynamic Island, il continuo sviluppi di nuovi aggiornamenti, un iOS 16 che per molti è già una figata pazzesca; c’è tempo in fondo per virare verso i pieghevoli. Già, quel segmento di mercato che ha un leader ben definito: Samsung.

Samsung - Androiditaly,com 20220915 2
Samsung – Androiditaly,com

Il colosso sudcoreano ha presentato i nuovi foldable lo scorso agosto, ma sta pensando alla doppia cerniera, anticamera di un possibile nuovo pieghevole in arrivo: Flex G. Palco o realtà? Come si suol dire, per non saper né leggere né scrivere, Samsung intanto ha depositato il marchio.

Non è la prima volta che si parla dei dispositivi pieghevoli Flex G e Flex S. E’ un concept che che Samsung ha presentato al CES 2022: concetti ibridi telefono-tablet pieghevoli progettati da Samsung Display per dimostrare altri fattori di forma ottenibili dalla tecnologia pieghevole oltre al Galaxy Z Flip a conchiglia e al Galaxy Z Fold simile a un libro.

Un’altra ipotesi in caso non fosse new foldable

Samsung - Androiditaly.com 20220915 3
Samsung – Androiditaly.com

Il colosso sudcoreano è andato avanti nello sviluppo da quella promessa fatta durante il CES 2022, ma non ha soltanto depositato il marchio con il nome “Flex G” in patria. Ha anche registrato il nome “S Flex” a KIPRIS, lo scorso anno a luglio.

Il Flex G si sta ora unendo ed entrambi i nomi, sotto la stessa classificazione presso il Korea Intellectual Property Rights Information Service. E l’azienda ha sperimentato dispositivi pieghevoli ancora più grandi, come il concept Flex Note. È possibile che quest’ultimo si unirà presto agli altri due dispositivi “Flex” di KIPRIS.

Le formazioni Galaxy Z Fold e Z Flip di Samsung stanno andando abbastanza bene. Anche per questo, forse, Samsung ha affermato di non avere in programma di rilasciare altri dispositivi pieghevoli prima di assicurarsi che le linee Galaxy Z Fold e Z Flip abbiano successo e siano ben consolidate. Ma chissà cosa passa per la testa di Samsung, dopo questa doppia mossa.

Certo, Samsung Display è un’organizzazione diversa da Samsung Electronics, è la divisione Display che ha mostrato i concetti Flex S e Flex G e si è assicurata i marchi. Così si fa largo un’altra ipotesi, in fondo Samsung Display è un’azienda e potrebbe voler vendere i suoi pannelli pieghevoli al maggior numero possibile di clienti. Questi tipi di pannelli a doppia piegatura prodotti dal braccio Display potrebbero finire per essere utilizzati da altri produttori di dispositivi mobili oltre a Samsung. O forse no? Prossimamente se ne saprà di più, la certezza per ora è che Samsung spinge l’acceleratore nella corsa già sfrenata ai pieghevoli.

FONTE