Incredibile fotografia della Terra da 14 milioni di km, LiciaCube stupisce il mondo intero

0
65

Non solo James Webb. Il telescopio spaziale per l’astronomia a raggi infrarossi da quasi un anno ci sta regalando delle immagini incredibili dallo spazio, soprattutto riguardante il pianeta più di moda in questo periodo tech: Marte. Ma non c’è solo Webb a scrivere pagine di storia.

LICIACUBE - Androiditaly.com 20220926
Foto LICIACube – Androiditaly.com

Il Double Asteroid Redirection Test (DART) della NASA si è servito di una navicella italiana, per creare qualcosa di inedito, mai visto prima: il primo test di difesa planetaria al mondo.

Il “mini-fotografo” della navicella LICIACube (abbreviazione di Light Italian CubeSat for Imaging Asteroids) ha catturato qualcosa che può entrare di diritto nella storia dell’umanità.

Una risoluzione di 4.31 m/pixel

Double Asteroid Redirection Test (DART) - Androiditaly.com 20220926
Double Asteroid Redirection Test (DART) – Androiditaly.com

Il nostro pianeta, infatti, è stato ripreso dalla fotocamera LEIA, caratterizzata da una lunghezza focale di 220 millimetri e una risoluzione di 1.13 metri / pixel a 55 chilometri.

La seconda foto, quella delle Pleiadi è stata invece immortalata dalla fotocamera LUKE a colori, dotata di un sensore CMOS da 1088×2048 pixel, una risoluzione di 4.31 m/pixel a 55.2 km di distanza e una lunghezza focale di 70.55 millimetri.

Il LICIACube che già di per sé è la prima sonda interplanetaria costruita in Italia, è stato scherato lo scorso 11 settembre e ha sorvolato il sito dell’impatto tre minuti dopo che il viaggio di DART avrà raggiunto una spettacolare conclusione a 26.000 km/h. Le telecamere LUKE e LEIA invieranno le immagini del pennacchio d’impatto, la nuvola di rocce e polvere creata dall’incidente, e del cratere al team della missione sulla Terra.

Un impatto cinetico può spostare la traiettoria di un asteroide?

Pleiadi - Androiditaly.com 20220926
Pleiadi – Androiditaly.com

DART è un progetto di prova speciale della NASA e dell’Applied Physics Laboratory presso la John Hopkins’ University per vedere se un impatto cinetico può spostare la traiettoria di un asteroide come potenziale mezzo di difesa planetaria. In caso di successo, darà agli scienziati un punto di partenza per determinare se le tecniche potenziate potrebbero proteggere la Terra dai futuri impatti di asteroidi. Tenterà di spostare l’asteroide lunare Dimorphos, largo 160 metri, di un millimetro più vicino al suo genitore Didymos.

LICIACube ha catturato queste straordinarie immagini di una Terra crescente e dell’ammasso stellare delle Pleiadi, noto anche come le Sette Sorelle, è programmato per documentare gli effetti dell’impatto di DART, catturando immagini uniche della superficie dell’asteroide e dei detriti espulsi dal cratere appena formato con le sue due camere ottiche. Ogni telecamera raccoglierà dati scientifici per informare il sistema autonomo del microsatellite trovando e tracciando l’asteroide bersaglio Dimorphos durante l’incontro di DART.

Il progetto LICIACube è gestito dall’Ufficio Missione Esplorazione Robotica dell’ASI, con l’appaltatore industriale Argotec SrI e un team scientifico dell’Istituto Nazionale di Astrofisica, Politecnico di Milano, Università di Bologna, Università di Napoli Parthenope e Consiglio Nazionale delle Ricerche Istituto di Fisica Applicata “Nello Carrara”.

FONTE

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here