Apple Card diventa un conto di risparmio ad “alto rendimento” negli USA: cosa aspettarsi da Google & Co.?

0
82

Apple Card non è un servizio che deve essere sottovalutato al giorno d’oggi, specialmente per tutti gli strumenti che sia in grado di offrire ad ogni cliente. Ma in che modo è riuscita ad avere così tanto successo in poco tempo?

"Apple Card diventa un conto di risparmio ad ""alto rendimento"" negli USA: cosa aspettarsi da Google & Co.?"
Apple diventa anche un istituto bancario – Androiditaly.com

Un servizio bancario appartenente alla Mela

Apple Card, solo negli Stati Uniti attualmente, è diventata in maniera ufficiale un servizio bancario. La Mela ha infatti introdotto, per via del supporto di Goldman Sachs, un conto di risparmio “ad alto rendimento” che permetterà di maturare interessi sui depositi. In tal modo gli utenti americano potranno impostare un deposito ricorrente automatico o effettuare un trasferimento di fondi da un conto bancario collegato o dal saldo Apple Cash.

Lo scopo di tutto questo è semplice: servirà a far fruttare i propri risparmi in sostanza. E secondo le informazioni disponibili si tratterà di fondi sempre reperibili in continuazione, non per niente saranno liberamente utilizzabili in qualsiasi momento, senza commissioni. Non sono nemmeno previsti importi minimi di deposito o requisiti di saldo, dunque è una situazione perfetta per molti americani probabilmente. Ma è già attivo?

I dubbi sul tasso di interesse di Apple Card

"Apple Card diventa un conto di risparmio ad ""alto rendimento"" negli USA: cosa aspettarsi da Google & Co.?"
Sarà la nostra carta di credito preferita? – Androiditaly.com

Purtroppo no, ma lo sarà nei prossimi mesi. Quello che ancora non è chiaro è quale sia il tasso di interesse applicato: facciamo chiarezza. Di norma i conti deposito non offrono rendimenti particolarmente elevati, e si tratta semplicemente di un modo per consentire ai risparmi di tenere il passo con l’inflazione. Non ci è dato sapere, però, se a causa dell’inflazione ci possano essere telle tasse più costose del solito.

Facendo un parallelismo con Goldma  Sachs forse potremmo trovare una risposta alla nostra domanda. Per chi non lo sapesse si tratta di un conto di risparmio chiamato “Marcus”, disponibile tramite applicazione, e che ha un rendimento annuo del 2,15%. Anche in questo caso non sono previste commissioni, vincoli o depositi minimi. in

Inoltre è possibile che l’offerta di Apple Card sia di fatto identica o molto simile, a cui si aggiunge il vantaggio di poter effettuare depositi quotidiani automatici. Apple Card, inoltre, è una carta di credito emessa da Goldman Sachs che è comunque disponibile solamente negli Stati Uniti, e la casa di Cupertino non ha ancora mai fatto menzione dell’intenzione di proporla su altri mercati. Ciò, però, non significa che non ci sarà la possibilità di farlo in futuro.

🔴 Fonte: www.hwupgrade.it