Barilla coglie la nuova abitudine di cuocere la pasta a fuoco spento, con questi due gadget incredibili

0
86

“Due minuti possono fare la differenza”. E’ lo slogan dello spot pubblicitario di Barilla per presentare un piccolo dispositivo che sarà in grado di far risparmiare energia, ridurre le emissioni di CO2, semplicemente cucinando.

Barilla - AndroidItaly.com 20221026
Barilla – AndroidItaly.com

Il device in questione è una sorta di “scatoletta” arancione, come si può anche vedere dal video pubblicato più in basso, che si appone al coperchio della pentola per l’acqua e fa in modo che questa venga cotta “a fuoco spento”, secondo il trend che sta girando in questo momento.

Un’intuizione geniale? O semplicemente un modo per cavalcare l’onda del “risparmiamo tutto quello che possiamo”? Sicuramente Barilla sta dimostrando di essere al passo coi tempi e di avere a cuore sia le tasche degli italiani che la salute del nostro ambiente.

Passive Cooker, è quasi magia!

Si chiama Passive Cooker e a guardarlo bene sembra una piccola cappelliera. Invece è un dispositivo che può essere realizzato anche in casa (il progetto è una open source a disposizione di tutti) con una stampante 3D, anche economica, e con del materiale plastico resistente alle alte temperature.

Il funzionamento sembra abbastanza semplice, a giudicare dalle immagini: una volta messa la pasta in acqua bollente, si poggia il Passive Cooker sul coperchio. Dopo due minuti, Passive Cooker avvisa di spegnere il fuoco e da quel momento finisce in autonomia di cuocere la pasta con il fuoco totalmente spento. Per poi regalare un piatto di pasta buonissimo.

Passive Cooker, le specifiche tecniche

Passive Cooker Barilla - AndroidItaly.com 20221026
Passive Cooker Barilla – AndroidItaly.com

Questo “dischetto” che si poggia sulla pentola e cuoce la pasta perfettamente al dente può essere realizzato, come detto, grazie a una stampante 3D casalinga.

Internamente è costituito da una scheda Arduino Nano 33 Ble dotata di bluetooth a basso consumo integrata: il codice di comunicazione wireless con un computer o eventualmente con uno smartphone è già predisposto di default ed è soprattutto stato messo a disposizione in open-source per favorire aggiornamenti o miglioramenti.

Ma come funziona Passive Cooker? Il dispositivo è dotato di un sensore che rileva la temperatura e lo trasforma in una specie di termometro senza fili con connessione Bluetooth che va alimentato con due batterie AAA (le ministilo per intenderci). Questo “termometro” rileva quando la temperatura è giusta, avvisa di buttare la pasta in pentola, si mette il coperchio e si fa cuocere la pasta per il tempo indicato sulla confezione della Barilla.

Di tutto questo tempo, sono solamente i primi due minuti a cuocere a fuoco acceso, dopodiché si avvia la cottura passiva a fuoco spento.

FONTE