Non sai perché la bolletta dell’energia elettrica è così alta? Forse non conosci il PUN

0
19

Si parla tanto di caro bollette, ma nessuno o quasi sa per certo per quale motivo i prezzi dell’energia elettrica siano così alti. Eppure è emerso che c’è un motivo ben preciso, che risponde alla sigla PUN.

Bolletta luce - Androiditaly.com 20221107
Bolletta luce – Androiditaly.com

Ma cosa è? Di cosa si tratta? Il PUN è il cosiddetto Prezzo Unico Nazionale dell’energia che viene preso come punto di riferimento per calcolare il prezzo dell’energia, ed è proprio questo che fa salire tanto il prezzo.

In che modo? Semplice: il PUN è un prezzo variabile che viene contrattato ora per ora e che viene calcolato sulla media dei prezzi del giorno precedente. Di solito per il calcolo delle bollette, si prende il valore medio del periodo di riferimento, che nel caso dell’energia è calcolato ogni tre mesi.

Come si calcola il PUN

Centrale elettrica - Androiditaly.com 20221107
Centrale elettrica – Androiditaly.com

Il mercato dell’energia è gestito da un ente chiamato Gestore dei Mercati Energetici, proprietà del Ministero dell’Economia e delle Finanze, che fa incontrare domanda e offerta.

Ogni ora, come dicevamo, domanda e offerta si incontrano e se da una parte si calcola un prezzo medio, dall’altra si calcola un consumo medio di energia.

Per fare un esempio pratico, se la domanda di energia è pari a 15 megawatt/ora, il GME controlla le offerte fatte dai produttori sul territorio. Tutti i produttori, sia quelli che hanno energia rinnovabile sia quelli che ne hanno di non rinnovabile.

Un produttore con centrali solari avrà ottimi prezzi in una giornata di sole, come uno con energia idroelettrica avrà un prezzo alto durante una fase di crisi idrica.

La combinazione delle offerte

Caro bollette - Androiditaly.com 20221107
Caro bollette – Androiditaly.com

Dunque i famosi 15 megawatt/ora vengono composti scegliendo dalle seguenti offerte:

  • 3 MWh di energia idroelettrica a 150 euro (al MWh)
  • 6 MWh di energia prodotta da una centrale termoelettrica a 600 euro
  • 1 MWh di energia prodotta da una centrale solare a 350 euro
  • 5 MWh di energia prodotta in Francia da una centrale nucleare a 450 euro
  • 8 MWh di energia prodotta da una centrale termoelettrica a 800 euro
  • 2 MWh di energia prodotta da una centrale solare a 250 euro

Prima si sceglierà quella più economica, quelli della centrale idroelettrica a 150 euro. Poi quelli di energia solare, poi quelli dell’altra energia solare, e infine quella francese da 450 euro. Resta 1 MWh che sarà preso giocoforza dalla centrale termoelettrica, che per via di quei 600 euro farà alzare il prezzo di altre fonti di energia molto più economiche.

E’ un po’ come se fossimo in uno store a comprare un TV, una console, un mouse, una tastiera, un cavo e un gioco, e quando andiamo in cassa ci fanno pagare il prezzo del televisore anche per tutti gli altri pezzi acquistati.

FONTE

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here