Il Play Store sta diventando troppo pericoloso? Ecco 10 nuove app che non dovete scaricare

0
61

E’ stata da sempre una variante che ha indicato la via verso Apple per molti utenti. Sì, perché il Play Store di Google pullula di virus, in questo momento storico ancora di più.

La conferma arriva direttamente da Doctor Web, una suite software sviluppata dall’azienda anti-malware russa Doctor Web, molto credibile.

Play Store - Androiditaly.com 20221206
Play Store – Androiditaly.com

Secondo le statistiche di rilevamento raccolte dai prodotti antivirus della suite softwre per Android, le applicazioni che visualizzano annunci indesiderati sono rimaste tra le minacce più comuni nel mese di ottobre. Saranno stati pure un po’ meno attivi rispetto al mese precedente, ma la situazione non è florida.

Malware, Adware e software indesiderati: c’è di tutto

I trojan bancari e le app che facilitano lo spionaggio degli utenti sono notevolmente attivi. Ad esempio, gli utenti di dispositivi Android hanno nuovamente incontrato il trojan Android.Spy.4498 e le sue varie modifiche. E’ un programma alquanto dannoso, in grado di dirottare il contenuto delle notifiche di altre app, il che può causare perdite di dati riservati e sensibili. Sempre secondo gli analisti di malware di Doctor, ecco molte nuove minacce su Google Play, tra cui malware, adware e software indesiderato.

Malware - Androiditaly.com 20221206
Malware – Androiditaly.com

Android.Spy.4498 e Android.Spy.5106 sono super presenti nello Store di Google. Il nome di rilevamento per varie modifiche del trojan è stato alquanto attivo: ruba il contenuto delle notifiche di altre app inoltre può scaricare app e richiedere agli utenti di installarle e può anche visualizzare varie finestre di dialogo. Attenzione all’Android.MobiDash.6945, in pericoloso aumento: è un trojan che mostra annunci odiosi, un modulo software speciale che gli sviluppatori incorporano nelle applicazioni.

Doctor Web evidenzia anche Android.HiddenAds.3558, un altro trojan progettato per visualizzare annunci intrusivi. I trojan di questa famiglia sono spesso distribuiti come applicazioni popolari e innocue. In alcuni casi, altri malware possono installarli nella directory di sistema. “Quando questi infettano i dispositivi Android – rilevano da Doctr Web – in genere nascondono la loro presenza all’utente. Ad esempio, “nascondono” le loro icone dal menu della schermata iniziale. Una particolare menzione per Android.BankBot .11466, è il nome di rilevamento per le applicazioni dannose protette con un software packer ApkProtector. Tra questi ci sono trojan bancari, spyware e altri software. Ultra dannosi, naturalmente.

Google ha provveduto ad eliminare applicazioni scaricate per un totale di oltre due milioni di download come TubeBox, Bluetooth device auto connect e Bluetooth & Wi-Fi & USB driver. E ancora Volume, Music Equalizer, Fast Cleaner & Colling Master. Se le avete nei vostri dispositivi, eliminatele subito.

FONTE