Occhio a Whatsapp e Telegram: i link che veicolano, possono essere pericolosissimi

0
77
sicurezza web

Secondo un report di Kaspersky, i Cybercriminali si servono principalmente delle piattaforme Social per diffondere i loro virus e secondo una studio, legato anche alla loro diffusione, WhatsApp e Telegram risultano essere le app più pericolose.

Le app di messaggistica istantanea hanno superato il livello di popolarità dei Social Network e questo ha fatto sì, che piattaforme come WhatsApp, Telegram, Instagram e TikTok, diventassero gli strumenti di comunicazione più utilizzati.

Warning Kaspersky Cybercrime
Foto di 200 Degrees da Pixabay

Sempre secondo Kaspersky, le app di Messaggistica istantanea come WhatsApp e Telegram sono infatti perfette per l’invio di link sospetti e contenuti illegali.

Il report riporta che più del 93% dei link malevoli vengono diffusi tramite queste due famose app di messaggistica e in percentuale, il numero di infezioni più consistente, avviene tramite Whatsapp. Il motivo?  l’App controllata da Facebook, è ancora l’applicazione di messaggistica istantanea più usata al mondo.

Ogni giorno infatti, miliardi di link circolano su questa applicazione e anche se spesso si fa attenzione, a non cliccare su tutto ciò che ci viene inviato, può capitare di incappare  inconsapevolmente di fare click su link apparentemente innocui, che nascondono però pericoli inimmaginabili per la nostra privacy.

Leggi anche –> Le novità di Discovery. Tanti e diversi format

Come detto però Whatsapp, pur essendo tutt’ora la più utilizzata, non è l’unica applicazione soggetta al Cybercrimine; Anche Telegram infatti, pur essendo utilizzata da un numero di utenti ancora decisamente inferiore, è soggetta a far proliferare link pericolosi. Telegram infatti, è responsabile del 5,6% del traffico di link pericolosi. Oltre a queste 2 app, sempre secondo lo studio effettuato da Kasperky, risultano pericolose anche Viber, su cui viaggiano il 4,7% di link dannosi online e Hangouts, su cui i link pericolosi sono pari all’1%.

Phishing cos’è e come funziona

Email Kaspersky Cybercrime
Foto di mohamed Hassan da Pixabay

Sempre nel report di Kaspersky poi, è illustrata la tecnica maggiormente utilizzata dai Cybercrimali, ovvero il phishing.

Il Phishing di una truffa online attraverso la quale il cyber-criminale inganna la vittima con una pagina praticamente identica all’originale e la utilizza per rubare informazioni.

La pagina spesso è talmente simile a quella originale, che il malcapitato non ci pensa due volte, ad inserire i propri codici, le proprie password o i propri dati sensibili, cadendo così nel tranello.

Una delle modalità più utilizzate, è quella di fingersi operatori bancari, postali e tecnici della telecomunicazione e nelle pagine create, vengono riprodotti portali web identici agli originali.

Il report infine, fornisce anche alcune indicazioni su come difendersi da queste truffe, fornendo elementi necessari a mettere in guardia gli utenti. Tra i consigli principali ci sono quelli di prestare particolare attenzione ad eventuali errori ortografici presenti nei vari link;

Il report consiglia anche l’utente, di evitare di diffondere catene poco credibili e di diffidare tra l’altro, di link o allegati sospetti, provenienti anche da amici e conoscenti;

In ogni caso, il consiglio principale è quello di installare sul proprio computer o sul proprio device, antivirus e antimalware affidabili.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here