AirPods come ibuprofene? Pare di sì, tant’è che se ne ingoia uno – VIDEO

0
11

Sembra che, per errore, una ragazza abbia scambiato gli AirPods di Apple per un farmaco digeribile, ingoiandolo in seguito.

AirPods come ibuprofene? Pare di sì, tant'è che se ne ingoia uno - VIDEO
Modello di AirPods di Apple – Androiditaly.com

Abbiamo visto tanti utilizzi da parte dei dispositivi di Apple, ma crediamo che questo le batta veramente tutte. È una di quelle notizie che, non appena le sentiamo, ci facciamo tutti la stessa domanda: come è possibile che sia successo?

LEGGI ANCHE: PayPal introduce i pagamenti a rate e lo fa col tasso zero: addio a finanziarie

Ma, a quanto pare, è avvenuto per davvero. Ridendo e scherzando potrebbe aprire la strada ad Apple per una possibile creazione di farmaci con la forma dei suoi auricolari, perché è proprio quello che è accaduto: una ragazza ha mangiato i propri Airpods.

Il racconto della storiella

Si tratta della ventisettenne Carli Bellmer, la quale ha confuso le AirPods Pro della Mela con una compressa di ibuprofene da 800 mg. Beh, c’è davvero poco da dire al riguardo, oltre che sia una situazione decisamente fuori dal comune.

A tal proposito la ragazza si è espressa molto arrabbiata in merito, dicendo che: “Ho ingoiato il mio f*ttuto AirPod sinistro. Sono stanca di provare a vomitarlo, tanto non verrà fuori. Ma sto impazzendo. Avevo in mano una compressa di ibuprofene, ma anche un AirPod. “È stato un po’ difficile da mandar giù”, mi sono detta dopo aver ingerito. Poi ho notato che sulla mia mano era rimasta la pillola piuttosto che l’AirPod”.

Disperata, ha sfogato tutta la sua frustrazione su TikTok. Tuttavia, pare che abbia violato alcune linee guida del social network, motivo per cui il video pare che non sia più reperibile sulla piattaforma. Oltretutto, recandosi a lavoro, sembra che l’AirPods abbia registrato un vocale direttamente dal suo stomaco. Vi chiederete come sia possibile, ma in realtà ha una spiegazione semplice: essendo ancora connesso al suo iPhone, ha potuto farlo senza problemi.

Come se non fosse abbastanza, è arrivata persino la notifica generale che segnalava la presenza di un auricolare non identificato che viaggiava insieme a lei. Comunque sia, qualche ora più tardi è stato recuperato nel modo naturale che tutti noi conosciamo.

LEGGI ANCHE: Samsung Galaxy Z Flip 3 al 50%, lo acquisti nuovo a meno di €600

Infine la ragazza conclude, affermando che la sua vicenda possa essere un esempio per tutti: “Non ho recuperato l’AirPod sinistro, ma era nel mio stomaco e adesso non c’è più. Non sono la prima a cui è successa una cosa simile e non srò nemmeno l’ultima. Voglio però condividere la mia disavventura affinché possa essere un monito per gli altri“.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here