Google Chrome è arrivato a 100: l’incredibile storia di un progetto open source fino al successo

0
158

Il traguardo storico raggiunto dal browser di Google che arriva alla versione numero 100 con Google Chrome Canary.

La storia di Google Chrome, lo sappiamo, è piena di successi. Nel tempo è arrivato ad essere il browser web più utilizzato e, contemporaneamente, un sistema operativo leggero (Chrome OS). Ma come è iniziato tutto? Bisogna tornare indietro nel tempo di qualche anno, più precisamente fino al 2008.

A quel tempo era in atto quella che è stata definita la “second browser war” tra Internet Explorer e Mozilla Firefox. In questo contesto, nel settembre dello stesso anno, è stata rilasciata la prima beta di Chrome. Qualcuno addirittura dice che il progetto di un browser marchiato Google fosse già nell’aria da quattro anni prima, nel 2004.

chrome versione
Il traguardo storico del browser di Google: raggiunta la versione numero 100 – Androiditaly.com

L’inizio effettivo si ebbe due anni più tardi, nel 2006, quando il fondatore di Google, Larry Page, assunse degli sviluppatori con l’obiettivo specifico di realizzare un prototipo. Nel giro di 6 anni i numeri di Chrome iniziarono ad ingrossarsi talmente tanto da battere la concorrenza di Firefox e diventare, nel 2012, il browser più utilizzato al mondo.

Alle fondamenta di questo successo sicuramente troviamo Chromium, progetto open source su cui appunto si basa Google Chrome. Il progetto è talmente ben fatto che è stato ripreso e utilizzato da altri browser tuttora in funzione, come Opera e Microsoft Edge: praticamente spesso si utilizza Chrome anche quando non si utilizza Chrome.

Il traguardo della versione numero 100

L’ultima versione che è stata rilasciata è una pietra miliare di questo percorso pieno di successo, non tanto a livello di funzionalità, quanto per il numero dell’aggiornamento. Si tratta infatti della versione numero 100, che di sicuro testimonia la grande popolarità e l’impegno che viene profuso nel miglioramento costante del browser.

Non ci saranno grandi differenze rispetto alle versioni precedenti. Per ora il download è disponibile solo per il canale Canary, ma è stato confermato anche per Windows, in versione 100.0.4846.0, e per Android, in versione 100.0.4845.0.

La versione Canary è veramente piena di novità e nuove funzioni; di contro rappresenta quella più instabile e potenzialmente più a rischio bug. Probabilmente questo rende Canary meno consigliato per l’utilizzo costante da parte di tutti gli utenti, indirizzandosi alla categoria degli “esperti”, dei tester e degli sviluppatori.

Per chi volesse sperimentare la versione 100, il download è disponibile su Google Play Store a questo link per quanto riguarda i sistemi Android, quest’altro link invece per chi volesse effettuare qualche test su Windows.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here