YouTube crea posti di lavoro per i suoi creators, in collaborazione con i legislatori

0
100

Una delle piattaforme più seguite di sempre, ossia YouTube, ha intenzione di rinnovare nuovamente i suoi contenuti introducendo altre idee per tutti i suoi utenti. Ma di che novità stiamo parlando?

YouTube crea posti di lavoro per i suoi creators, in collaborazione con i legislatori
YouTube è soggetto ad aggiornamenti di continuo, ed è probabile che ne riceverà molti altri in futuro – Androiditaly.com

Susan Wojcick, la CEO di YouTube, ha accennato tutti noi al fatto che abbiano contattato i legislatori di tutto il mondo per migliorare la sua community. In particolar modo, avrebbero intenzione di renderla molto più ricca di contenuti grazie all’aggiunta di nuovi posti di lavoro per tutti.

Infatti, in base ad alcuni studi condotti da Oxford Economic due anni fa, pare che YouTube sia riuscito a supportare oltre 800.000 lavoratori in diverse parti del tempo. Quali? USA, Giappone, Corea del Sud, Canada, Brasile, Australia e Unione Europea. Cos’altro ci dicono riguardante il social?

I dati del CEO e i possibili progetti futuri

YouTube crea posti di lavoro per i suoi creators, in collaborazione con i legislatori
Per ottenere maggiori probabilità di successo, gli sviluppatori vogliono assicurarsi che gli utenti siano sempre soddisfatti – Androiditaly.com

Viene spiegato che YouTube continuerà a rinnovarsi con il passare del tempo, soprattutto a partire dalla modalità di video brevi Shorts che hanno raggiunto i 5 triliardi di visualizzazioni, ma anche sulla musica visto e considerato che vi siano 50 milioni di abbonati a YouTube Music e Premium con più di 4 miliardi di dollari pagati in 12 mesi.

Quest’anno, tra l’altro, l’azienda vorrebbe occuparsi anche dello shopping live per quanto riguarda i prodotti di apprendimento per i ragazzi e sulla sostenibilità “aumentando il sostegno a creator che si dedicano a cause ambientali“, ma anche di migliorare la qualità dei contenuti per i bambini.

Parlando delle linee guida della community, viene sottolineato che nel terzo trimestre 2021 su 10.000 visualizzazioni, soltanto da 9 a 11 provenivano da contenuti in violazione, dimostrando un calo di oltre 70% dal 2017. E con questi dati possiamo tranquillamente affermare che ci sia stato un miglioramento notevole da parte dell’azienda, la quale, in passato, veniva molto criticata per il seguente motivo.

Il CEO di YouTube, infine, afferma che siano state rispettate il tutto il mondo, però viene detto anche ciò sulla questione: “Abbiamo delle riserve su nuove normative che potrebbero avere conseguenze non intenzionali sulla community dei creator, soprattutto per quanto riguarda la regolamentazione di contenuti legali“. Da queste considerazioni, dobbiamo aspettarci grandi progetti futuri da parte della compagnia, ed è probabile che arriveranno sia funzionalità sempre più importanti che regolamenti volti a migliorare la protezione della piattaforma stessa.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here