Con Flex ora Chrome OS girerà su Windows ma anche su Mac, è una rivoluzione

0
119

Il sistema operativo di Google pronto a sbarcare su Mac e Linux. Ecco le promesse e le aspettative di Chrome OS Flex.

Chrome OS Flex
Chrome OS Flex è pronto a conquistare Windows, Mac e Linux – Androiditaly.com

Nel 2021 le spedizioni di Chromebook in tutto il mondo hanno registrato una variazione di +13,5%. Cavalcando l’onda di questo successo, a inizio 2022 Google Chrome ha festeggiato un importantissimo traguardo storico. Oltre le ipotesi sul futuro di questi dispositivi basati su Chrome OS, c’è la realtà dei fatti.

Questa realtà ci dice che il sistema operativo di Google è ora pronto a compiere un altro rivoluzionario step verso il futuro dei PC. In verità non sarà proprio lui ad aprire il sipario, ma una sua versione pensata ad hoc: Chrome OS Flex è pronto a conquistare i laptop e i PC di ogni marca.

Che sia per un uso domestico e personale, che sia invece per uso scolastico, lavorativo, universitario o quant’altro, il Chromebook è stato scelto da sempre più persone durante la pandemia da Covid 19 proprio la velocità e la leggerezza del suo sistema operativo integrato.

Un dettaglio che fa molto piacere: Chrome OS Flex è completamente gratuito. Si scarica con estrema facilità, si installa altrettanto semplicemente e si aggiorna costantemente. Certo, ancora non si parla di una versione definitiva del sistema operativo, ma le premesse (e le promesse) sono davvero positive.

Chrome OS Flex pronto a conquistare Linux e Mac

Con la versione Flex, dunque, Chrome OS diventa utilizzabile su Windows, su Linux e su Mac. Google ha elencato i motivi per cui si dovrebbe preferire questo sistema operativo ad altri in quattro punti fondamentali. Primo, la facilità di installazione: basta scaricarlo dalla rete oppure metterlo su chiavetta e installarlo tramite USB.

Accedendo col nostro account Google, poi, avremo già tutto sincronizzato. Secondo, Google promette un sistema operativo che non rallenta mai e consente un rapido accesso alle app. Terzo, si tratta di un sistema sicuro che non necessita di antivirus, poiché le frequenti patch provvedono già alla protezione del dispositivo.

Quarto, Chrome OS Flex è leggero e consente di “ridare vita” anche ai dispositivi più datati. Certo, qualche differenza c’è ancora. Per esempio, il nuovo sistema operativo non supporta ancora le app Google Play e Android, oppure la velocità di avvio e l’autonomia della batteria possono variare rispetto ai dispositivi con Chrome OS.

Inoltre Flex non prevede ancora il supporto per tutti gli hardware come i drive CD e DVD, i pennini e le funzioni Thunderbolt. Sono tutte migliorie che ci aspettiamo in un futuro prossimo, visto che per ora Chrome OS Flex è disponibile solo sul canale per sviluppatori, da dove comunque può essere già testato.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here