Tesla arriva a possedere ben 2 Miliardi di Dollari in Bitcoin: quale strategia adopererà ora?

0
115

Elon Musk e le criptovalute, un rapporto travagliato ma ancora presente con alti e bassi. Al momento l’azienda è arrivata a possedere ben due miliardi in criptovalute. Ma come potrebbe decidere di sfruttarli l’eccentrico miliardario?

bitcoin luccica
Una fortuna in criptovalute è in mano a Tesla grazie agli investimenti del 2021. – Androiditaly.com

Lo scorso anno gli investimenti nel mercato dei Bitcoin da parte di Tesla erano arrivati a ben 1,5 miliardi di dollari. Il risultato è che i frutti sono arrivati e ora Elon Musk si ritrova fra le mani un tesoro pari a 2 miliardi in asset digitali.

Il miliardario però ha spesso mostrato sul tema un atteggiamento ondivago alla pari del valore delle criptovalute. Per un po’ Tesla ha accettato pagamenti in Bitcoin e non solo per poi ritrattare. Recentemente la possibilità di usufruire di questo pagamento si è ripresentata, anche se non si sa per quanto.

Come saranno sfruttati questi Bitcoin? La scelta più conveniente sarebbe attendere un rialzo del mercato. Dopo un periodo di calo si iniziano a vedere deboli segnali di ripresa, ma occorrerà pazienza.

Nel 2021 Tesla ha riferito di aver inizialmente perso 101 milioni di dollari in seguito agli investimenti legati alle criptovalute. Ha poi potuto ristabilire equilibrio con un guadagno successivo di 128 milioni. Nei suoi bilanci l’azienda però non considera Bitcoin come un asset mark-to-market, ma ne conta i ricavi solo dopo la vendita e non in base alle fluttuazioni.

Elon Musk e le criptovalute

tesla
Un connubio difficile fra ricerca sul rinnovabile e impatto delle criptovalute. – Androiditaly.com

I consumi energetici stellari derivati dal mining delle criptovalute sono innegabili. Per questo si stanno diffondendo soluzioni alternative che vedrebbero i token legati a centrali rinnovabili. Proprio per questo Tesla e Musk hanno spesso espresso forti critiche, mantenendo però un certo interesse in materia a fasi alterne.

Ora però pare che nel mirino del miliardario ci sia invece Dogecoin, la criptovaluta così battezzata in riferimento al celebre meme. Nata per scherzo, ha registrato una grande crescita di recente. Musk si è spinto a definirli la “miglior criptovaluta del mondo” per quanto potrebbe essere stato un commento in ottica ironica.

Il Dogecoin in ogni caso è indicato come un buon investimento per l’anno corrente. Tesla la sta accettando per i pagamenti così come altri store online. Il motivo è che il valore ancora basso permette di accumularne diversi, mentre Bitcoin ormai è acquistabile solo in frazioni visto la grande crescita del valore.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here