“Vladimir è un elfo libero!” Ora Harry Potter ha un collegamento con la Russia che non ci aspettavamo

0
58

No, non stiamo scherzando, la notizia sta facendo ora il giro del mondo. Nel 2003 i legali del presidente russo che oggi ha scatenato un conflitto con l’Ucraina, pensarono di fare causa a Warner Bros. per la straordinaria somiglianza tra l’elfo domestico Dobby e Vladimir Putin. Fortunatamente tutto questo si è concluso con un niente di fatto, ma in questa situazione, un sorriso fa sempre bene.

Dobby e Putin: voi vedete la somiglianza? – Androiditaly.com

Forse la notizia è tornata a galla proprio per il momento storico che, purtroppo, stiamo vivendo. Ma andiamo con ordine. J.K. Rowling ha costruito un mondo magico fatto di castelli e creature magiche, un mondo che non solo racconta la storia di un giovane mago dai poteri straordinari, Harry Potter, ma anche le vite e l’evoluzione di decine di altri personaggi che lo accompagnano nelle sue avventure . Il tutto accompagnato con contorni di incantesimi, creature magiche, segreti e scontri a suon di bacchette magiche e maledizioni .
L’universo uscito dalla piuma magica della Rowling ha influenzato un’intera generazione, che ora chiede a gran voce degli spin off. E sì, stiamo proprio parlando di Animali Fantastici e Dove Trovarli, dei podcast a tema, dei parchi divertimenti, dell’abbigliamento, di videogiochi che continuano a non uscire, e dell’opera teatrale Harry Potter e la maledizione dell’erede. Non proprio la nostra preferita.

A questo meraviglioso mondo appartiene anche lui, uno dei personaggi più amati, Dobby, l’elfo domestico della famiglia Malfoy che conosciamo per la prima volta in Harry Potter e la Camera dei Segreti. Uno strano esserino molto deperito e grigio, con grandi orecchie e occhietti a palla più grandi del normale, uno straccio sporco come vestito e un’insana propensione ad alzare la voce nei momenti meno opportuni. E per le scarpe. E le calze. Ma solo dopo la libertà.

Dobby ha rischiato grosso – Androiditaly.com

Ad un certo punto però, nel 2003, dopo l’uscita del film che ha sbancato al botteghino, Vladimir Putin ha pensato che questa creatura gli somigliasse. A noi già stupisce il fatto che quest’uomo, che più somiglia ad un vampiro più che a Dobby, abbia visto Harry Potter. E infatti, è partita la causa legale. E così, come spiegò il The Guardian all’epoca, un gruppo di avvocati russi valutò per davvero di fare causa ai produttori di Harry Potter e a Warner Bros. per essersi “ispirati” deliberatamente al presidente della Federazione Russa, che noi proprio non ci immaginiamo urlare “Vladimir è un elfo libero!”. Fortunatamente tutto ciò si concluse con un niente di fatto, anche perché provare le somiglianze in tribunale sarebbe stato particolarmente complicato, soprattutto se le vede solo lui. Warner Bros potè quindi tirare il fiato di liberazione con Dobby che rimase intatto e pronto a comparire anche nei film successivi.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here