PayPal sempre più utile, dai pagamenti Online alla PA: da ora sarà possibile pagarci anche multe, bolli e tasse

0
54

Uno degli istituti bancari più importanti che ci sia permetterà ai suoi utenti di poter saldare alcune bollette in modi particolari, e questo lo dobbiamo soprattutto all’implementazione delle nuove funzionalità aggiunte propriamente per scopi differenti. Come andranno usate?

PayPal sempre più utile, dai pagamenti Online alla PA: da ora sarà possibile pagarci anche multe, bolli e tasse
L’azienda si occupa in continuazione di monitorare l’integrità e l’efficienza del proprio servizio, motivo per cui non lo lasciano mai in sospeso – Androiditaly.com

Inizialmente, PayPal, si era occupata di aggiungere l’impostazione dedicata alla rateizzazione. Questa novità aveva fatto una bella impressione a tutti gli utenti, motivo per cui la società ha voluto andare oltre implementando una ulteriore opzione nel processo di digitalizzazione della Pubblica Amministrazione.

Difatti pare che sarà possibile usufruire del servizio “Paga in 3 rate” di PayPal, il quale è interamente disponibile sulla piattaforma web di pagoPA. Parliamo di un sistema nazionale per i versamenti dei servizi pubblici andato in porto soltanto dopo una operazione dedicata agli acquisti online. Ma ciò che cosa comporterà adesso? Sarà una vera e propria innovazione in questo campo, oppure no?

Le nuove funzioni esposte

PayPal sempre più utile, dai pagamenti Online alla PA: da ora sarà possibile pagarci anche multe, bolli e tasse
Essendo una scelta molto gettonata, ovviamente PayPal si aggiorna di continuo permettendo agli utenti di far uso di un servizio efficiente – Androiditaly.com

Gli utenti avranno la possibilità di pagare i servizi della PA, ossia multe, bolli auto, bollette di ogni genere e tasse. Per farlo sarà necessario rateizzare l’importo in tre tranche, senza interessi e senza incorrere in sanzioni per i ritardi. Per far uso del servizio basta semplicemente selezionare il metodo di pagamento e impostare l’opzione del versamento scelto.

La soluzione ammette soltanto i versamenti del valore compreso tra i 30 e i 2.000 euro. Un terzo della cifra da corrispondere verrà scalato al momento del checkout, mentre le restanti parti verranno invece addebitate nel corso dei due mesi successivi. Ribadiamo anche che a partire dal 6 maggio entreranno in vigore le nuove condizioni d’uso di PayPal; informarci potrebbe rivelarsi essere molto utile per capire che tipo di modifiche abbiano apportato.

Tra queste vediamo anche l’addebito di una somma di 10 euro agli utenti inattivi da almeno un anno, con un costo che verrà scalato da ottobre 2022 ai venditori e da ottobre 2023 ai conti personali. Questa manovra ha lo scopo di spingere i clienti che non usano più il servizio a riutilizzarlo, di conseguenza affrettatevi a farlo prima che sia troppo tardi. Con il tempo potrebbero accumularsi ingenti somme che vi porterebbero ad alcuni problemi non indifferenti, dunque fate molta attenzione alle nuove normative dell’istituto bancario.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here