Evoluzioni spaziali: Thales Alenia Space e MIPRONS progettano un incredibile propulsore, ed è ad acqua!

0
14

Due aziende conosciute dal punto di vista del mercato spaziale hanno deciso di collaborare per un’unica soluzione: riuscire a portare a termine un progetto notevole in maniera tale da introdurre una nuova innovazione nel nostro paese. Ma in questo caso ci stiamo giustamente chiedendo di che si tratti, e soprattutto che scopo avrebbe la sua realizzazione.

Evoluzioni spaziali: Thales Alenia Space e MIPRONS progettano un incredibile propulsore, ed è ad acqua!
Thales Alenia Space, assieme ad un’altra azienda, progetta una nuova idea – Androiditaly.com

Il mercato spaziale cambia ancora di più: Thales Alenia Space e MIPRONS hanno accordato una partnership per lo sviluppo di un propulsore dedicato ai satelliti. Questo nuovo progetto è particolare per via del fatto che il propellente che verrà impiegato sarà l’acqua, dunque parliamo di una scelta legata a una maggiore sostenibilità delle operazioni spaziali che, oltre ad avere un ruolo di tipo economico, avranno in futuro pure una rilevanza diversa dal punto di vista dell’impatto ambientale.

La tecnologia realizzata è stata sviluppata da MIPRONS, e sfrutta l’acqua come elemento iniziale per generare i componenti necessari per la propulsione dei satelliti. Con l’elettrolisi, infatti, si può scindere la molecola d’acqua in idrogeno e ossigeno che poi viene bruciata in camera di combustione. Questa creazione sarà compatto e scalabile così da poter essere impiegato sia in nanosatelliti che in satelliti di medie dimensioni. La flessibilità di impiego, dunque, consentirà di aprirci a nuovi mercati e raccogliere un maggior numero di clienti.

Per portare a termine la creazione del propulsore con successo pare che sia stata impiegata pure la stampa 3D, mentre gli esemplari di produzione saranno utilizzati dai satelliti realizzati da Thales Alenia Space per le operazioni di modifica dell’orbita e prevenire le collisioni. ALEXIUS, in sintesi, è pensata per i nanosatelliti con una spinta che può arrivare a 20N e con impulso specifico di 350″, mentre ALBIREO invece è il modello più evoluto e avrà maggiori possibilità di eseguire manovre orbitali riducendo al contempo peso e complessità. Ce lo spiega in maniera approfondita Massimo Claudio Comparini, Amministratore Delegato di Thales Alenia Space Italia, che ha dichiarato in merito questo:

La nostra azienda è orgogliosa di aver attivato la collaborazione tecnica per lo sviluppo di nuovi paradigmi di missioni spaziali con MIPRONS, una realtà che si sta facendo conoscere a livello nazionale ed internazionaleQuesto accordo conferma la strategia di Thales Alenia Space di essere protagonista delle nuove iniziative di -new space- confermando la sua posizione centrale nella filiera spaziale in sinergia con le nuove start-up che stanno emergendo. Agendo come catalizzatore verso le realtà dell’ecosistema spaziale, Thales Alenia Space è sempre pronta ad accettare le sfide di un futuro che punta sempre più allo Spazio come settore strategico”.

🔴 Fonte: www.hwupgrade.it

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here