Ufo avvistati nel cielo italiano? È Starlink, la linea di satelliti di Elon Musk mostra uno spettacolo incredibile

0
128

Il cielo del Nord Italia si illumina…di Starlink, grazie alla scia luminosa che i satelliti lasciano e che appare e scompare all’improvviso. La sera di sabato 20 agosto lo spettacolo era ben visibile sia in Veneto che in Friuli. Altro che UFO!

luci starlink
Una striscia di luci che sembra anomala, ma che affascina a ogni lancio dei satelliti. – Androiditaly.com

Tra il 20 e il 21 agosto i social degli utenti che risiedono in Veneto, Friuli ed Emilia-Romagna sono stati invasi dalle foto di strani…UFO secondo i più fantasiosi. Una scia di luci simile a un trenino luminoso che però non segnala un’invasione imminente, e neppure un fenomeno di stelle cadenti. Si tratta solo dell’opera di una persona che tutti conoscono bene, ossia Elon Musk.

Certo, perché quelle misteriose luci non sono altro che i satelliti Starlink. In tutto i moduli che componevano la scia nel cielo notturno erano 53, appena lanciati in orbita per aggiungersi alla costellazione artificiale. Nonostante i satelliti siano stati avvistati fra Cortina e Jesolo però in effetti erano partiti da Cape Canaveral, in Florida. Il lancio si è svolto grazie a un razzo Falcon 9, recuperato come sempre grazie alla nave chiamata ‘A shortfall of Gravitas‘ che lo attendeva nell’Oceano Atlantico.

Le segnalazioni degli avvistamenti dei presunti UFO hanno raggiunto il picco in Italia intorno alle ore 22. Per molti però si è trattato solo di una specie di seconda Notte di San Lorenzo, per quanto con i satelliti non si esprimano desideri.

A che punto è il progetto Starlink

lancio starlink
Continuano i lanci dei moduli, ormai siamo sopra i 3.000 satelliti in orbita. – Androiditaly.com

Di traguardi Starlink ne ha già raggiunti parecchi, dalle migliaia di moduli introdotti nella sua “costellazione” alla funzionalità del progetto. Basti pensare al contributo di Musk per portare la connessone in Ucraina come in altre zone rimaste isolate dalla rete.

L’obiettivo di Starlink è raggiungere ben 12.000 moduli in orbita, quasi quattro volte quelli presenti al momento (che sono 3.108 in totale). L’orbita a cui si trovano è relativamente bassa, pari a 550 km di quota, circa la metà dell’altezza decisa agli albori del progetto. Tutto è stato concepito per portare la connessione in ogni angolo del globo con una velocità media di 100 e i 200 Mb/s.

Dato lo spettacolo che si può osservare nel cielo a poca distanza dal lancio esiste addirittura un sito che indica quando i satelliti saranno osservabili dalle varie zone. Per scattare foto memorabili basta andare su findstarlink.com e inserire il nome della propria città.

 

🔴 FONTI: notizie.virgilio.it