Spettacoli hard su Twitch, scatta il ban ma gli utenti protestano, la piattaforma fa favoritismi?

0
75

Scatta il ban per una streamer su Twitch. La ragazza avrebbe portato, in diretta live, uno spettacolo un po’ troppo osé per il regolamento della piattaforma, che le è costato diversi giorni di sospensione del proprio account. Altri streamer, però, protestano per la decisione presa, sollevando diverse polemiche.

Twitch VM18
Spettacoli vietati ai minori su Twitch, gravi le conseguenze, ma non troppo secondo gli utenti – androiditaly.com

Uno spettacolo troppo esplicito

La streamer kimmika_ ha portato contenuti un po’ troppo spinti sulla piattaforma. Twitch, in risposta, ha proceduto ad applicare un ban immediato al suo account, ma questa reazione ha sollevato diverse proteste da parte di altri utenti.

Il ban in questione, infatti, è stato definito per una durata di soli sette giorni. Una punizione ingiusta, secondo altri utenti che operano sulla piattaforma, soprattutto da quelli che, in passato, hanno avuto sanzioni anche più gravi per motivi più futili di questo.

Questa, infatti, sarebbe solo una delle tante segnalazioni di ingiustizia promosse dagli utenti, sia dagli spettatori che dagli streamer stessi che, delle live su Twitch, ne fanno un vero e proprio lavoro. Il malcontento generale, quindi, è in crescita, e le accuse verso la piattaforma sono sempre più agguerrite.

Qualcuno si è esposto pubblicamente

Tra coloro che hanno sollevato le proteste più agguerrite, spicca lo streamer Jidion6. Questo creatore di contenuti, nello specifico, ha accusato Twitch di sessismo, in quanto farebbe favoritismi verso le utenti femminili, applicando sanzioni più lievi di quanto non farebbe con la loro controparte.

Twitch moderazione
La moderazione da parte di Twitch sembra fare favoritismi, secondo gli streamer – androiditaly.com

Jidion6, infatti, ha avuto un ban a vita per un’azione sì grave, ma non a livelli di pornografia. Il ragazzo, dunque, avrebbe attaccato, tempo fa, una sua “collega”, Pokimane, con un raid, ovvero uno spostamento di utenti in massa, volto ad offendere la streamer con pesanti insulti.

Successivamente, i due avrebbero anche risolto la questione, diventando anche simpatizzanti l’uno dell’altra, ma ciò non è bastato per rimuovere il ban dall’account di Jidion6. In questo modo, la carriera dello streamer ha subìto un duro colpo, a causa della perdita di tantissimi follower e contenuti pubblicati in passato.

Twitch fa davvero favoritismi?

Rispetto al caso di Jidion6, kimmika_ non ha avuto conseguenze chissà quanto gravi. Un ban di 7 giorni, infatti, non influisce quasi minimamente sulla carriera della ragazza nel web. Questo fatto, dunque, fa smuovere diverse accuse, da parte degli utenti, nei confronti di Twitch, che trovano ingiusta una sanzione simile, rispetto a quelle applicate in passato.

Le accuse, dunque, additano la falsa coerenza dell’applicazione del regolamento, poiché alcuni creators sarebbero più agevolati di altri. Le sanzioni, infatti, non sempre sono sullo stesso piano, anche a “parità di infrazione”.

Twitch non è una piattaforma su cui è facile lavorare, come dimostra la vicenda Keffals, la streamer che ha subìto swatting arrivando addirittura a cambiare casa, e questa differenziazione nell’applicazione dei ban aggrava solo la situazione. Come risponderà la piattaforma streaming alle accuse ed al malcontento del web?

Fonte

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here