Tessera Sanitaria a rischio, i servizi online saranno ancora disponibili? Il problema è gravissimo

0
98

Le conseguenze della pandemia e della guerra in Ucraina non sono solo quelle che si vedono a occhio nudo. Ci sono tante altre cose che stanno risentendo dei conflitti e del Coronavirus che, anche se in maniera subdola e sottile, stanno affliggendo la vita di tutti i giorni anche in piccoli dettagli.

Tessera sanitaria - Androiditaly.com 20220830
Tessera sanitaria – Androiditaly.com

Uno di questi, che poi alla fine non è un dettaglio di poco conto, è la cosiddetta crisi dei semiconduttori e dei chip, che in epoca tecnologica equivale a dire “catastrofe”.

Uno dei settori che potrebbe essere colpito a breve dalla mancanza dei chip e delle materie prime per costruirli è la sanità italiana: a breve infatti chi dovesse rinnovare la tessera sanitaria si troverà ad averne una nuova senza chip, ma che ne sarà in quel caso dei servizi online legati alla tessera?

Tessera sanitaria senza chip: ecco cosa succederà nel Lazio

Chip - Androiditaly.com 20220830
Chip – Androiditaly.com

Naturalmente la mancanza del chip sulla Tessera Sanitaria potrebbe creare un grosso disservizio soprattutto nel sistema di prenotazione delle visite mediche. Ne ha parlato l’assessore alla Sanità della Regione Lazio Alessio D’Amato, che all’ADNKronos ha rilasciato delle dichiarazioni.

“Per noi sicuramente è un disagio – ha dichiarato l’assessore D’Amato – Il problema per le tessere sanitarie ci sarà non appena scadranno e arriveranno le nuove. La cosa anomala è che scade quella con il chip e viene sostituita da una senza. Anziché andare avanti si va indietro”.

A tal proposito l’assessore ha spiegato che la Regione Lazio si sta preparando a questa eventualità “creando una task force con Laziocrea e le Asl per anticipare eventuali difficoltà nel tracciamento dati e fascicolo sanitario”.

A lanciare l’allarme in prima battuta è stata Sogei, i cui portavoce hanno dichiarato in una nota ufficiale che “il ministero dell’Economia e delle finanze, di concerto con il ministero della Salute, il ministero per l’Innovazione tecnologica e la transizione digitale e con l’Agenzia delle entrate e grazie al supporto di Sogei, vista la grave crisi internazionale che determina la possibile scarsità dei materiali necessari per la produzione del microchip presente sulla Ts-Cns (Tessera sanitaria e Carta nazionale dei servizi)“.

Al fine di evitare disservizi ai cittadini nell’accesso ai servizi on-line tramite Cns – continua la nota – con il Dm del 9 giugno 2022 ha previsto la diffusione della tessera sanitaria anche in versione semplificata (senza il microchip); un provvedimento necessario in quanto i preziosi materiali per la realizzazione dei circuiti integrati sono al momento, non solo nel nostro Paese e non solo per la realizzazione delle tessere, di difficile reperimento“.

🛑 FONTE