Cinque curiosità su Android che te lo faranno rivalutare ancor più positivamente

0
24

Negli ultimi anni il sistema operativo e i vari dispositivi che utilizzano Android hanno preso piede, tanto che quasi sono stati utilizzati più i device del Robottino Verde che quelli del colosso Apple.

Android - Androiditaly.com 20220914
Android – Androiditaly.com

Del resto si sa, Apple ha un “suo” sistema operativo, iOS, che non è compatibile con dispositivi creati da altre aziende, mentre Android è in sostanza l’altra metà di un duopolio dove non c’è quasi spazio per altro.

Va da sé dunque che Android piaccia, e piace ancora di più per una serie di motivazioni e caratteristiche che lo rendono peculiare e tanto amato. Vediamole nel dettaglio.

Ecco la selezione delle caratteristiche che vi faranno amare Android

Google Pixel 7 - Androiditaly.com 20220914
Google Pixel 7 – Androiditaly.com

La prima peculiarità del sistema operativo Android è la selezione delle App di default. Magari avrete sbagliato a impostare un’app predefinita e non sapete come recuperare? Facile: potete recarvi nelle impostazioni, accedere all’opzione “App” e selezionare la voce “App predefinite”. Da qui potrete scegliere quale app utilizzare nei vari scenari. E questo vale anche per il browser web di default, che a quanto pare è sempre più spesso scelto nel Chrome per dispositivi mobile.

E’ anche possibile fissare l’app in esecuzione. Siete genitori e ogni tanto lasciate il vostro smartphone ai bambini? Con questa feature i piccoli faranno a uscire dall’esperienza sicura che avete avviato. E’ una funzionalità che è propria degli smartphone Pixel di Google: il percorso è Impostazioni, Sicurezza, Blocco app su schermo.

Si può usare anche tenendo premuto sull’icona dell’app dalla schermata del multitasking, per mantenerla fissata. Per sbloccare lo smartphone, mantenere premuti i pulsanti Indietro e Home, nonché inserire un PIN.

Su Android è anche possibile attivare una cronologia delle notifiche, tramite l’installazione dell’app Activity Launcher che può farvi accedere ad alcune funzionalità “nascoste” del sistema operativo, cercando poi “cronologia notifiche” e facendo tap sull’apposita opzione. Su alcuni smartphone questa feature potrebbe non risultare accessibile, ma tramite l’app indicata potrete scovare quanto “nascosto” sul vostro dispositivo.

Conosciuta dagli utenti più smanettoni, la modalità sviluppatore non è decisamente molto conosciuta ma è molto utile. Basta premere più volte sulla voce “Numero build”, nelle impostazioni di sistema, per poter accedere a svariate opzioni di test. Qui si possono spesso trovare impostazioni relative a debug USB, segnalazione di bug e così via.

E c’è poi la scala della animazioni, alla quale si accede dalla modalità sviluppatore: qui si possono trovare le opzioni “Scala animazione finestra”, “Scala animazione transizione” e “Scala durata Animatore”. Nella maggior parte dei casi queste funzioni servono a ben poco, ma in alcuni dispositivi di fascia bassa potrebbe interessarvi portare il valore da 1x a 0,5x. Chiaramente non rende più rapido il vostro smartphone, ma regala una sensazione di fluidità migliorata.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here