Marte ha davvero delle riserve d’acqua, nuove prove della sua esistenza confermate recentemente

0
35

Il Pianeta Rosso è sempre nei pensieri della maggior parte degli scienziati. Un nuovo report di un team di ricerca dell’Università di Cambridge, pubblicato sulla rivista Nature Astronomy, conferma quelle riserve d’acqua presenti sul quarto pianeta del sistema solare in ordine di distanza dal Sole, rivelate per la prima volta nel 2018.

Marte - Androiditaly.com 20221002
Marte – Androiditaly.com

Per decenni, gli scienziati hanno discusso se Marte fosse più caldo e più umido qualche miliardo di anni fa. O era freddo e umido? O freddo e prevalentemente secco? Un nuovo comunicato stampa dell’Istituto SETI delinea nuove prove che Marte è nato umido, con un’atmosfera densa. Ciò avrebbe potuto consentire agli oceani caldi di esistere per milioni di anni.

I ricercatori hanno sviluppato il primo modello in assoluto dell’evoluzione dell’atmosfera marziana che collega le alte temperature dalla formazione di Marte allo stato fuso alla formazione dei primi oceani e atmosfera.

Sotto il Polo Sud

I Poli di Marte - Androiditaly.com 20221002
Le calotte polari di Marte – Androiditaly.com

Quattro anni fa la scoperto sul Pianeta Rosso di un lago sotterraneo di acqua salata. Ora arrivano nuove prove sull’esistenza di riserve d’acqua sotto il polo sud del pianeta. Tutto merito di un altimetro laser istallato a bordo del satellite Mars Global Surveyor della Nasa, che è stato in grado di misurare le variazioni dell’altezza dei ghiacci che ricoprono il polo sud marziano.

A nome di tutti i miei colleghi posso dire che siamo estremamente felici che un metodo indipendente confermi la plausibilità dell’esistenza di acqua liquida su Marte“. Parola di Enrico Flamini, in uno stralcio di un’intervista all’ANSA, uno dei responsabili della storica scoperta di acqua liquida su Marte realizzata insieme a colleghi dell’Agenzia Spaziale Italiana (Asi), Istituto Nazionale di Astrofisica (Inaf), università Roma Tre, Sapienza e Gabriele d’Annunzio (Pescara) e Consiglio Nazionale delle Ricerche (Cnr).

500 laghi e un antico oceano

Marte - Androiditaly.com 20221002 2
Marte, nuove scoperte – Androiditaly.com 20221002 2

Conosciamo circa 500 antichi laghi depositati su Marte, ma quasi tutti i laghi che conosciamo sono più grandi di 100 chilometri quadrati”. Lo spiega Joseph Michalski, geologo dell’Università di Hong Kong.

Secondo il nuovo documento, la maggior parte dei laghi marziani già conosciuti risalgono a circa 3,5-4 miliardi di anni fa. Potrebbero anche essere durati solo da 10.000 a 100.000 anni. Alcuni di loro potrebbero essere stati piuttosto fangosi e torbidi, a causa della minore gravità e del terreno a grana fine.

Space.com ha riferito che Zhurong ha trovato di recente nuove prove per un antico oceano su Marte. Il rover cinese sta esplorando le antiche pianure di Utopia Planitia. Se, come sostengono alcuni scienziati, Marte una volta aveva un oceano, allora probabilmente Utopia Planitia, un enorme bacino, ne faceva parte.

Secondo la China National Space Administration (CNSA), il rover ha inviato finora 1.480 gigabyte di dati grezzi. Alcuni di questi dati supportano l’ipotesi dell’oceano. Gli studi continuano, perché Marte è Marte.

FONTE

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here