Le AI possono uccidere? Forse, questa prenderà di mira la criminalità

0
54

La licenza di uccidere potrebbe essere assegnata a delle AI progettate per gestire i criminali più pericolosi. Uno scenario un po’ controverso proposto dalla polizia di San Francisco tanto che richiama alcuni film distopici. Per ora per fortuna è solo in bozza.

cyborg minaccioso
Dei robot per controllare la criminalità…vi ricorda qualche film di fantascienza per caso? – Androiditaly.com

San Francisco propone…Terminator

Per quanto la performance di Arnold Schwarzenegger nei panni del cyborg assassino fosse stata elogiata nessuno avrebbe mai voluto incontrare un simile robot. Non la pensa così però il dipartimento di polizia di San Francisco (SFPD) dove il board vuole presentare una proposta per usare le intelligenze artificiali contro la criminalità.

Fin qui niente di troppo strano dato che già ci sono degli studi per usare le AI come metodo di prevenzione del crimine. Ma qui non si tratta più di prevederli in stile Minority Report, bensì di dare loro letteralmente la licenza di uccidere.

Il dipartimento precisa che se approvato questo metodo entrerebbe in uso solo per situazioni critiche e altamente pericolose. Dovrebbe essere un’opzione da sfruttare in caso i rischi per gli agenti risultassero troppo alti e per evitare la perdita di vite umane. Anche le operazioni di valutazione dei dispositivi sospetti potrebbero essere adatte all’uso di questo sistema.

Un esempio sarebbe la possibilità di controllare ordigni da remoto e trasportarli tramite un robot-o un drone (modelli non civili e adatti allo scopo).

Un sistema sicuro?

scheletro terminator
Una tecnologia simile non può che spaventare almeno a primo impatto…- Androiditaly.com

In dotazione all’SFPD ci sono già per la precisione ben 17 unità robotiche usate però finora con la sola funzione di disinnescare ordigni. Nessuno di questi modelli è mai stato dotato di armi o usato per attaccare edifici o persone. Ecco perché la proposta suscita diverse domande mentre c’è chi già immagina scenari catastrofici.

Alcuni docenti dell’Università del Michigan temono che come spesso succede i cyborg possano fare errori, che in simili circostanze sarebbero sicuramente fatali. Così come precisano che le persone non hanno molta fiducia nelle AI o nei robot dato che in molti casi hanno dimostrato di non essere infallibili.

Anni fa nella provincia di Nagasaki per esempio venne aperto un hotel dove il personale era costituito da robot, una novità che attirò diversi turisti. Purtroppo la gestione risultò molto difficile e l’albergo fallì poco tempo dopo. Incidenti ben più gravi sarebbero avvenuti invece nell’Illinois usando la chirurgia robotica, portando alla morte di diversi pazienti per errori della macchina.

 

🔴 FONTI: spectator.com.au