Netflix pronto a uno sconto per tutti gli abbonati? Perché potrebbe arrivare

0
89
(foto: Pixabay).

Netflix potrebbe attivare presto una nuova strategia che permetterebbe agli utenti di pagare meno l’abbonamento.

netflix abbonamento
Potrebbero arrivare sconti sugli abbonamenti prossimamente (foto: Pixabay).

La pandemia causata dal COVID-19 non ha fatto che rafforzare il mercato dello streaming, sempre più florido e in continua crescita; diverse fra le pellicole più attese degli scorsi mesi sono state infatti dirottate sui vari servizi, cambiando il modo di distribuire prodotti cinematografici.

Leggi anche –> Android, popolari app ruberebbero i dati: l’indagine

Netflix, servizio pioniere del settore, ha subito l’agguerrita concorrenza di altri colossi come Amazon Prime Video e Disney+, ma continua comunque ad avere una solida base di abbonati e ad investire sempre più su nuovi contenuti originali. Ora, con una nuova strategia, potrebbe anche diminuire il prezzo degli abbonamenti.

Netflix, arriva la pubblicità?

Secondo quanto riportato da PhoneArena e NextTV, al servizio streaming americano sarebbe stato consigliato di puntare sulla pubblicità per aumentare gli introiti; la concorrenza continua a crescere in maniera esponenziale e, sebbene Netflix sia ancora nettamente il servizio col maggior numero di abbonati, Disney+ e Amazon Prime stanno crescendo in maniera esponenziale.

Per ovviare a questa situazione, Reed Hastings, Marc Randolph e soci potrebbero pensare ad un nuovo tipo di abbonamento, ancor più conveniente per tutti gli utenti; per far questo però, è necessario trovare un altro canale per aumentare gli introiti, e la pubblicità potrebbe proprio fare al caso del servizio streaming.

netflix abbonamento
L’app del servizio disponibile anche per smartphone (foto: Pixabay).

Negli USA, diversi servizi (come Paramount+, Hulu e Peacock) hanno già adottato questa strategia; con qualche piccola interruzione pubblicitaria, viene proposto un abbonamento  ad un prezzo più che conveniente, circa la metà di quanto si paga senza pubblicità.

Leggi anche –> Amici, Sangiovanni e Giulia mandano in tilt il web: Ecco le foto insieme

Molti utenti sarebbero sicuramente interessati a “sopportare” qualche pausa pubblicitaria per pagare meno l’abbonamento mensile; dal canto suo, il servizio streaming dovrebbe essere interessato ai numeri statistici dell’AVOD (Advertising Based Video on Demand).

Stando ai numero infatti, negli ultimi tre anni le entrate grazie alla pubblicità sono aumentate da 1 a 5 miliardi di dollari, con una previsione di crescita fino a 21 miliardi prevista entro il 2025. Netflix ci penserà, e tutti gli abbonati sperano.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here