Morto a 81 anni Clive Sinclair, inventore dello ZX Spectrum Live

0
32

Si è spento Clive Sinclair, il rivoluzionario dell’elettronica e dell’home computing. Padre dello ZX Spectrum, tra i primi personal computer al mondo e inventore delle prime calcolatrici tascabili.

Addio a Clive Sinclair, l’uomo che con il suo ingegno ci ha semplificato la vita – Androiditaly.com

Lo scorso 16 settembre ci ha lasciati Clive Sinclair, l’imprenditore e inventore inglese che ha dato avvio a quella che ora è la moderna industria del gaming e del software. Le sue macchine e quelle dei suoi rivali della Commodore sono stati le fondamenta della contemporanea industria dell’elettronica.

Il genio

Sinclair ha inventato la calcolatrice tascabile, ma è stato capace di distinguersi negli anni per aver reso popolare il personal computer, portandolo nei negozi britannici a prezzi relativamente convenienti.

Intere generazioni hanno iniziato a smanettare sui modelli ZX (il modello ZX 81 vendette 1 milione di esemplari) e apprezzarne le funzionalità, tanto che per alcuni giocatori si era creata la storica rivalità tra lo ZX Spectrum 48K e il Commodore 64. Rispetto a quest’ultimo aveva due vantaggi: dimensioni compatte e costo contenuto. Ebbe grande successi in Europa e Gran Bretagna e questo gli valse il titolo di Sir (Knight Bachelor).

Sinclair è nato nel 1940 e ha lavorato per quattro anni come giornalista per raccogliere fondi per fondare la Sinclair Radionics all’età di soli 21 anni. Nel 1972 ha lanciato sul mercato la prima calcolatrice compatta, la Sinclair Executive con dimensioni comparabili a quelle di un attuale smartphone.

Nel 1981 invece è la volta dello ZX 81 che riesce ad affermarsi sul mercato con 1 milione di esemplari venduti. Ma il vero successo ci sarà l’anno seguente con lo ZX Spectrum che ebbe una grande seguito anche nel nostro Paese. Dopo i modelli Spectrum è stata la volta del personal QL (Quantum Leap) che ha segnato un’evoluzione rispetto alle precedenti generazioni.

LEGGI ANCHE: Samsung prende in giro Apple per i suoi diplay ProMotion degli iPhone 13: tutto marketing o verità?

Troppo avanti per la sua epoca

Clive Sinclair si è cimentato anche in altri settori dell’elettronica, commercializzando a metà anni ’80 un veicolo ibrido a tre ruote, il Sinclair C5, antenato delle attuali biciclette con pedalata assistita. Un veicolo elettrico a batteria venduto nel Regno Unito nella metà degli anni ’80. Si trattava di una sorta di triciclo a pedali, assistito da un motore elettrico da 250W.  Si rivelò essere troppo pionieristico per l’epoca (anche dal punto di vista del design) e fu un fiasco (dei 12.000 pezzi prodotti ne furono venduti 8.000). Le potenzialità di quel prodotto non furono comprese a fondo dalla società del tempo. Oggi l’elettrico è il futuro della mobilità. Successivamente Sinclair vendette la sua azienda all’Amstrad.

LEGGI ANCHE: Microsoft sbatte la porta in faccia ad Apple: niente Windows11 sui processori della Mela

Curiosità su Sinclair

Sinclair non ha mai fatto uso personale delle proprie invenzioni. Sua figlia ha detto che non aveva mai avuto una calcolatrice tascabile, invece portava sempre con sé un regolo. In più interviste ha detto che non usava né un computer né la posta elettronica. Oltre all’invenzione, i suoi interessi includevano la poesia, le maratone e il poker. È apparso nelle prime tre stagioni della serie televisiva Late Night Poker e ha vinto la finale della prima stagione dello spin-off Celebrity Poker Club, sconfiggendo Keith Allen.

Il suo nome rimane tra i più grandi nell’ambito dell’informatica personale e tra i protagonisti indiscussi dell’era degli 8-bit.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here