Sonos Beam 2 una mini soundbar completa e con Dolby Atmos

0
20
Sonos Beam

La nuova generazione firmata Sonos mantiene dimensioni compatte e design con grande cura della qualità e dei dettagli

Sonos Beam
Compatta e dal design accantonante, la nuova Sonos Beam non fa rimpiangere il modello precedente – Androiditaly.com

L’ultima generazione di soundbar Sonos ci promette di migliorare la nostra user experience, questo grazie a delle funzioni intelligenti e la qualità superiore Dolby Atmos.

Tutto è studiato per migliorarsi rispetto alla versione precedente. A partire dall’aspetto e dall’uso di materiali. La scelta di passare da un tessuto a griglia micro-forata in policarbonato è altamente strategica. Fa leva non solo sull’estetica del dispositivo che risulta più tecnologico, ma anche sulle specifiche del suono e sul miglioramento delle operazioni di pulizia.

LEGGI ANCHE: Nuovo Volantino Euronics: ottobre è il mese con “Sottocosto + Rottamazione” per affari unici

Confermati anche i posizionamenti posteriori per gli attacchi, e questo rende il prodotto ancora più elegante e piacevole. Anche i colori, tenui, ne fanno un articolo versatile e adattabile agli ambienti di casa.

Le caratteristiche tecniche della Sonor Beam

effetti Twitter Spaces effetti audio (Unsplush)
Qualità del suono prestazionale nonostante le dimensioni minute, questo rende la soundbar molto più interessante – Androiditaly.com

A rendere ancora più gradevole l’utilizzo è la tecnologia del touching, che mandando definitivamente in pensione i pulsanti, ci permette di eseguire le funzioni base in modo rapido e scorrevole.

L’impresa è quella di mantenere dimensioni contenute e prestazioni potenti. Nel primo caso l’azienda ci riesce a meraviglia, compattando in 65 cm di lunghezza, 10 profondità e 7 di altezza, ed un peso piuma di 2,8 kg, un apparecchio bello e adattabile. Dal punto di vista prestazionale non è lasciato nulla al caso.

Diversi elementi integrati nel dispositivo vanno tenuti in considerazione. A partire dai microfoni, discreti ma funzionali, che permetteranno di richiamare le funzioni dell’assistente vocale. Ma è la parte hardware che lascia veramente impressionati. L’utilizzo di un processore adatto alla codifica di Dolby Atmos, associato a altoparlanti con un tweeter centrale e quattro midwoofer ellittici, permetterà di esaltare le alte frequenze ma anche i toni medio-bassi. Invece per le basse frequenze la scelta ricade su radiatori passivi associati a cinque amplificatori classe D.

LEGGI ANCHE: Trony lancia gli sconti d’autunno con una settimana di Black Friday, ecco il volantino

Se ne deduce il quadro di un apparecchio performante, piccolo e potente che non ha nulla da temere da device più blasonati. E da questo si comprende meglio dove si è collocato sul mercato, ovvero all’interno di una fascia di prezzo medio alta considerando che il suo è di 499€.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here