Moto Watch 100 il gioiello di Motorola da polso accessibile a tutti

0
306

Siete degli sportivi? amate gli accessori tech? Vi siete stufati di indossare il solito orologio e volete qualcosa di diverso? Motorola fa al caso vostro

Ecco come si presenta la scatola d’imballaggio – Androiditaly.com

Il nuovo smartwatch firmato Motorola, il Moto Watch 100, uscirà tra poco, almeno secondo le ultime indiscrezioni lanciate da eBuyNow attraverso un comunicato stampa, solamente per imprenditori. eBuyNow è una società canadese che si occupa della loro produzione. Nel comunicato, pieno di leaks, il nuovo smartwatch viene descritto come l’orologio indossabile più completo e recente della famosa casa (che ci ha accompagnato come quella più “usata” per i telefoni a conchiglia negli anni 2000) progettato per rientrare nella fascia di prezzo media, mantenendo comunque prestazioni da premium.

LEGGI ANCHE:Xiaomi Hyper Charge 120W è una bomba: ecco il video di come funziona

L’inizio della sua produzione è molto più vicino di quanto pensassimo, esattamente il prossimo mese! La foto in apertura è un primissimo sguardo al nuovo Moto Watch 100, che si presenta con un display dalla forma circolare e due pulsanti dalla forma ovale sul bordo destro, ma senza la corona circolare presente ad esempio nell’Apple Watch. Sul retro del quadrante, sempre secondo i disegni, il materiale dell’orologio sarà l’alluminio, e potrà contare su un sensore per il monitoraggio del battito cardiaco e sul GPS, comune in diversi smartwartch. Waterproof, può arrivare fino a 5 metri di profondità.

LEGGI ANCHE: Amazfit vuole prendersi il mercato smartwatch e lancia i nuovi GTR 3 e GTS 3

Dalle immagini schematiche, s’intravede il connettore di ricarica, mentre per quanto riguarda le colorazioni con cui uscirà lo smartwatch, saranno disponibili in Phantom Black Steel Silver. Una chicca: possiamo notare anche la presenza del rilevamento del Bluetooth 5.2 e di una batteria da 355 mAh. Il sistema operativo molto probabilmente sarà Wear OS, dalle indiscrezioni rilasciate dall’azienda: “uno dei pochi licenziatari Wear OS attivi” e di “aver collaborato con Qualcomm per dispositivi indossabili premium” a febbraio.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here