Vuoi una alternativa a Photoshop? ecco online cosa c’è di valido

0
86

Photoshop è troppo difficile da usare o semplicemente costa troppo? Ecco le valide alternative online che usano l’Intelligenza Artificiale e ci permettono di fare lavori interessanti in pochi secondi.

Ecco le valide alternative a Photoshop che trovi comodamente in rete – Androiditaly.com

La AI ci semplifica la vita

Quanto può essere utile l’Intelligenza Artificiale? Molto, considerando che ci permette di semplificare le operazioni e realizzarle in pochi secondi. E si rivela ancora più utile e interessante quando dobbiamo fare alcuni ritocchi a fotografie o immagini.

Grazie all’Intelligenza Artificiale non abbiamo bisogno di imparare ad utilizzare un programma e in poche mosse possiamo eliminare lo sfondo di una foto, colorarle, aggiungere o rimuovere elementi.

Ecco le valide alternative a Photoshop

Il primo è CleanUp.pictures, uno strumento online gratuito basato su LaMa, che sta per Large Mask Inpaiting dell’AI Lab di Samsung. Può essere usato direttamente da una pagina web e consente di eliminare facilmente vari oggetti dalle immagini che vengono caricate.

Con questo software online possiamo rimuovere elementi o gestire situazioni più complesse.

Il limite di questo programma è che fa fatica a ricreare in maniera omogenea ciò che sta dietro al soggetto.

In questo caso è rimasta l’ombra della persona sdraiata in mezzo ai rifiuti, come se avesse lasciato il proprio solco. Ulteriori passaggi hanno solo peggiorato la situazione.

In altri casi, invece, la rimozione dell’oggetto ha comportato una rielaborazione aggressiva dello sfondo e, di conseguenza, l’apparizione di vari artefatti grafici.

LEGGI ANCHE: Italia nell’esplorazione di Mercurio con BepiColombo: le prime foto

Il prossimo è Upscale.pics utile per aumentare la risoluzione delle foto senza perdere dettagli. Perfetto anche per aumentare la risoluzione (upscale) di una foto digitale.

Qui entra in gioco l’Intelligenza Artificiale per integrare all’aumento della risoluzione anche dei pixel appositamente creati per rendere la foto più omogenea.

Upscale.pics è disponibile da browser e permette di alzare la risoluzione di una foto fino a 64 megapixel e di rimuovere il rumore dovuto alla compressione dei file JPG e, se serve, comprimere di nuovo l’immagine per contenere le dimensioni finali del file.

Upscale.pics è gratuito ma con delle funzioni limitate: gli utenti possono effettuare massimo cinque upscale e usare illimitatamente l’editor integrato senza pagare. Per ulteriori upscale è previsto un costo mensile di 5 dollari e che prevede un’elaborazione più veloce e la possibilità di caricare anche intere cartelle.

La rielaborazione della foto richiede diversi minuti. Alla fine del processo sarà disponibile in due formato: JPG e PNG.

LEGGI ANCHE: Arriva il nuovo Motorola E40: svelata la scheda tecnica e foto

Blur photo invece è ideale per semplificare le modifiche alle immagini, sempre con l’ausilio dell’Intelligenza Artificiale. È specificamente pensato per due casi: quando si deve condividere un’immagine dovendo però avere cura di offuscare alcune informazioni personali; e quando si vuole aggiungere un effetto sfuocato attorno a uno o più soggetti.

Il funzionamento è semplice. Una volta caricata l’immagine, l’utente deve creare un riquadro selezionando tre o più punti della foto: per creare un riquadro quadrato serviranno quattro punto, per esempio.

Una volta fatto l’utente può a quel punto decidere il grado di sfumatura da applicare, muovendo il cursore sulla barra dedicata, e se sfumare l’interno della selezione (adatto a eliminare il nome da un documento, per esempio) o l’esterno della selezione (per creare un modesto effetto ritratto).

L’ultimo che vi presentiamo è Erase.bg e serve per scontornare un oggetto e per rimuovere successivamente lo sfondo.

Supporta file JPG, JPEG, PNG e WEBP fino a una risoluzione di 5.000 x 5.000 e l’elaborazione è gratuita.

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here