PlayStation VR 2 per PS5 prende vita: il brevetto di Sony ce lo mostra in anteprima

0
293

Finalmente svelate le prime immagini del nuovo visore che con tutta probabilità prenderà il posto dell’attuale VR

La Sony non si ferma e coltiva l’avanzata dell’innovazione tecnologica nel suo comparto gaming – Androiditaly.com

Grande fermento nel mondo dei gamers. Finalmente dopo il tanto atteso annuncio nel quale la Sony anticipava la volontà di sviluppare un nuovo visore per la realtà aumentata, si comincia a vedere il risultato di questo iter.

Il brevetto è stato depositato dalla compagnia giapponese qualche settimana fa. Questo è disponibile presso la sede della United States Patent Application Publication ed in pochissimo tempo è entrato nel radar dei più attenti.

LEGGI ANCHE: Sony annuncia PlayStation Pc, una nuova etichetta tutta da scoprire

Del VR 2, il nuovo visore per PlayStation 5, quindi ora sappiamo quantomeno quale sarà il suo aspetto estetico, ma rimangono ancora tutte da scoprire le sue componenti tecniche che faranno sicuramente la differenza rispetto all’apparecchio precedente.

Le caratteristiche del nuovo visore per la realtà aumentata

Ecco come potrebbe essere il nuovo VR, il brevetto depositato nelle scorse settimane presso la United States Patent Application Publication – Androiditaly.com

Le immagini che possiamo osservare hanno il discreto pregio di mostrarci nel dettaglio l’esploso dell’oggetto da tutte le prospettive, facendoci così capire meglio il suo funzionamento meccanico. E’ un visore con diverse parti assemblate che gli danno un aspetto familiare, ma allo stesso tempo differente rispetto al precedente.

Il dispositivo si presenta apparentemente più snello e con meno meno fronzoli. Si ha la sensazione di osservare un visore che, rispetto al VR attuale, è più compatto e bombato, specialmente nella parte sua anteriore.

LEGGI ANCHE: Intrusioni dal Play Store: attenzione, queste app ti installano componenti a tua insaputa e senza permesso

Per quanto riguarda le tempistiche che dovrebbero portare dallo sviluppo in sede alla reale messa in commercio, qui siamo di fronte ad un punto interrogativo. I soliti ben informati parlano di un possibile lancio entro il prossimo anno, senza poter quantificare in maniera più specifica il quando. Anche per quanto concerne il brevetto stesso è necessario avvalersi di una importante osservazione. Pur rappresentando un punto di arrivo progettuale, non è sempre detto che una società intenda poi effettivamente avvalersi del progetto depositato. Pertanto non potremo fare altro che attendere con trepidazione che la Sony si sbilanci ancora un po’ e che indichi con certezza il quando e il come potremo utilizzare il nuovo VR per le nostre attività di gaming.