Abbiamo il Litio in Ucraina, ora potremmo fronteggiare la supremazia Asiatica in tutt’altro modo

0
72

Manca davvero poco all’acquisizione di un minerale molto importante e che ci servirebbe per aumentare la produzione di auto elettriche. Ma di che cosa stiamo parlando esattamente?

Abbiamo il Litio in Ucraina, ora potremmo fronteggiare la supremazia Asiatica in tutt'altro modo
Il litio, per chi non lo sapesse, è un minerale usato per la progettazione delle automobili elettriche – Androiditaly.com

Una società europea si sta impegnando per chiudere un accordo di interesse generale per tutti, e pare che lo scopo principale di questa iniziativa sia quello di entrare in possesso di due miniere speciali e che potrebbero assicurare un aumento della produzione di un minerale molto richiesto.

LEGGI ANCHE: Apple e le nuove iniziative per produrre energia pulita ed ecosostenibile, dopo Bill Gates

E non è un elemento come tutti gli altri, bensì un qualcosa che serve in ambito automobilistico e di cui è impossibile fare a meno, soprattutto in un epoca come questa dove, lo sviluppo dei mezzi elettrici, è davvero fondamentale.

L’obiettivo della European Lithium

Abbiamo il Litio in Ucraina, ora potremmo fronteggiare la supremazia Asiatica in tutt'altro modo
Le auto elettriche, come le Tesla ad esempio, vengono costruite anche con il litio – Androiditaly.com

Si tratta del litio, una componente fondamentale delle batterie per le auto elettriche. Ora come ora è possibile estrarlo soltanto in Asia, Australia e Sud America, tuttavia si sta cercando di ampliare le zone da cui è possibile ottenerlo tentando di aumentare gli scavi in Europa; non a caso sono stati scoperti due nuovi giacimenti proprio in Ucraina.

I territori in questione erano già stati trovati nel 1980, ma solo adesso è possibile studiarli a dovere grazie agli strumenti innovativi in possesso degli esperti. Questa è la ragione del perché la European Lithium si sia interessata così tanto. Oltre a voler diventare l’azienda leader del settore nel nostro continente, vorrebbe prendere possesso dei giacimenti trovati in Ucraina.

E per poterlo fare ha dovuto stringere un accordo particolare e che avesse lo scopo di comprare la società Petro Consulting LLC da Millstone, a cui darà il 20% delle azioni dell’azienda le quali avranno un valore fino a 20 milioni di dollari australiani, ovvero 12,9 milioni di euro.

LEGGI ANCHE: Volete dei Bitcoin senza fatica? Ordinate un panino da Burger King, ecco l’ultima follia

Adesso dobbiamo soltanto attendere l’approvazione della sicurezza finanziaria, e nel frattempo vi lasciamo le dichiarazioni di Tony Sage, cioè il Presidente Esecutivo: “Sono molto entusiasta dell’opportunità di acquisire i due giacimenti di litio ucraini e combinarli con il nostro già avanzato progetto sul litio a Wolfsberg. Questo non solo ci consentirà di diventare il primo produttore locale di idrossido di litio in Europa, ma allo stesso tempo di formare il più grande gruppo di litio del continente e di contribuire in modo sostenibile a garantire la domanda europea di litio“.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here