WindTre dovrà pagare una multa salatissima. E Illiad ne approfitta

0
65

Il provider di telefonica al centro delle polemiche, tra lo scontro con Iliad, e le decisioni dell’AGCOM che lo sanziona per la sua politica commerciale scorretta

Iliad sempre più proiettata sul 5G ora include gli ultimi smartphone usciti
Iliad, attualmente, è il quarto gestore telefonico più famoso in Italia – Androiditaly.com

Questo per il gigante di telefonia non è di certo il momento più favorevole. La società è finita nell’occhio del ciclone a causa di una politica commerciale e di una campagna marketing contraddittoria. E questo comportamento ha richiesto l’intervento delle autorità che si occupano di correttezza e disciplina normativa del settore.

A portare sotto la lente di ingrandimento WindTre, sarebbe stata la stessa Iliad, forse piccata per aver ricevuto il medesimo trattamento in merito ad una sua campagna marketing. La società infatti ha chiesto ed ottenuto che l’Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria di esprimersi in merito all’offerta del competitor denominata Try&Buy. L’ente infatti ha imposto a WindTre di interrompere la sua pubblicizzazione. Questo a causa di una non conformità tra le affermazioni nelle quali si dichiarava non avesse alcun limite, e la durata stessa della promo, fissata per un mese d’utilizzo.

LEGGI ANCHE: WindTre propone nuovamente gli smartphone a Rata 0, ma bisogna affrettarsi

Se tuttavia questo episodio è rientrato nei ranghi senza colpo ferire, non può dirsi lo stesso per quanto riguarda le decisioni prese da AGCOM che ha rilevato diverse irregolarità contrattualistiche nei rapporti tra l’azienda e i sui clienti.

I cambiamenti unilaterali effettuati da WindTre e la sanzione imposta da AGCOM

WindTre pesantemente attaccata da AGCOM – AndroidItaly.com

Le contestazioni riguardati le modifiche unilaterali da parte della società riguarderebbero nello specifico tre opzioni tariffarie:

  • la decisione di addebitare un importo pari a 0,99€ al superamento delle soglie relative al traffico chiamate ed sms, sul credito residuo della prima ricarica utile. Questo senza che il cliente possa avere voce in capitolo o controllare i costi.
  • la rimodulazione piano All-In e Play andato in dismissione, con l’attivazione coatta di una nuova tariffa al costo di 4€ mensili
  • l‘aumento del prezzo dell’offerta Super 70 per ragioni economiche

LEGGI ANCHE: Avete effettuato i reclami a TIM? Ora la fatturazione sarà di 30 giorni

Il tutto in netto contrasto con la politica di trasparenza imposta dalle normative vigenti. Tuttavia questa inadempienza costerà molto cara alla società, che si è vista raggiunge da un provvedimento dell’Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni. Questo si è concretizzato tramite una maxi multa da 1,044 milioni di euro che WindTre dovrà saldare entro 30 giorni.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here