Rivelate come saranno le CPU del futuro: meno componenti, maggiore efficienza

0
291

A Vienna le CPU salgono di livello con le nuove sperimentazioni sui transistor. Un nuovo design grazie alla sostituzione del silicio con un altro materiale, il germanio. Si aprono prospettive per un risparmio energetico e migliori prestazioni.

cpu nuova
Nuove CPU ottimizzate grazie a nuovi transistor e nuovi materiali. – Androiditaly.com

Una grossa novità per i transistor è arrivata da poco nei laboratori dell’ University of Technology a Vienna. Non più in silicio (simbolo Si) ma realizzati con un elemento assai simile per proprietà, il germanio (Ge). Nella tavola periodica questi due elementi appartengono infatti allo stesso gruppo. Non è la prima volta che viene utilizzato per sostituirlo ma in questo caso si aprono molte nuove possibilità.

Il nuovo design dei transistor di può definire “adattativo”. Il suo sviluppo aveva come obiettivo realizzare componenti in grado di cambiare la propria configurazione a seconda del lavoro. Le CPU realizzate in questo modo potranno sfruttare la nuova capacità in diversi modi.

LEGGI ANCHE: Intel ha in mente un software pazzesco: userà la potenza degli altri computer per darci un boost di potenza

Innanzitutto si potrebbe ridurre la quantità di transistor nelle CPU di circa l’85%. Minore impiego di materiale e un ridimensionamento conseguente. Le prestazioni si prospettano più elevate e anche in termini di dispendio di energia ci sono buone notizie. Si abbasserebbe anche il costo energetico Aziende come Intel non potranno che festeggiare.

Nuove Prospettive ma anche cautela

cpu componenti
L’attuale tecnologia non sparirà radicalmente. – Androiditaly.com

Se alcuni corrono con la mente ad esplorare le nuove frontiere dei nuovi transistor, meglio rimanere con i piedi per terra. Sicuramente si potranno avere migliori prestazioni da sfruttare ad esempio per l’intelligenza artificiale. A nome dei riccercatori ha parlato Masiar Sistani, che ha voluto precisare che la novità non soppianterà le tecniche esistenti.

Si punta invece a rafforzare e implementare le tecnologia già esistente. Il germanio non è un materiale nuovo nell’industria dei semiconduttori e dunque non richiede strumentologie di nuova generazione. Sarà sufficiente incorporare nelle CPU i nuovi transistor.

LEGGI ANCHE: Intel festeggia i 50 anni dall’uscita del 4004, ovvero il primo chip commerciale

La costruzione dei circuiti non è l’unico impiego del germanio, presente anche in diverse leghe metalliche. In forma ossidata viene addizionato al vetro per aumentarne l’indice di rifrazione. Le lastre di vetro così composte si utilizzano per alcuni tipi di obiettivi o i dispositivi a raggi infrarossi. Se il materiale è in forma monocristallina è utile nei rilevatori di radiazioni.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here